Atletica, Olimpiadi Rio 2016 – Darya Derkach non graffia: azzurra eliminata nel salto triplo, deludente 13.56

Derkach-nuov.jpg

Darya Derkach non riesce a graffiare alle Olimpiadi 2016 e al suo debutto nella rassegna a cinque cerchi esce mestamente nel turno di qualificazione del salto triplo con una prestazione poco soddisfacente.

La primatista italiana di origini ucraine si è fermata a quota 13.56, troppo poco per poter ambire all’ingresso in Finale. La 23enne campana chiude solo al 28esimo posto: la qualificazione all’atto conclusivo, a cui possono partecipare le migliori 12, era lontana 52 centimetri, la distanza che l’ha separata dai 14.08 metri saltati dalla statunitense Keturah Orji.

La delusione è importante perché Darya si era spinta fino a un eccezionale 14.15 in occasione dei Campionati Nazionali svoltisi a Rieti un paio di mesi. Oggi è arrivata una controprestazione quando era invece importante mettersi in mostra e tirare fuori gli artigli.

Qualificazione diretta per la superfavorita colombiana Caterina Ibarguen (14.52), la greca Paraskevi Papahristou (14.43) e l’eterna kazaka Olga Rypakova (14.39). Accedono alla Finale anche la tedesca Kristin Gierisch (14.26), la finlandese Kristiina Makela (14.24), la giamaicana Kimberly Williams (14.22), la venezuelana Yuilimar Rojas (14.21), l’israeliana Hanna Knyazyeva-Minenko (14.20), la portoghese Patricia Mamona (14.18), la polacca Anna Jagaciak (14.13), la portoghese Susana Costa (14.12), la statunitense Keturah Orji (14.08). Clamorosa eliminazione per la grande stella Olga Saladukha (13.97), tra le favorite per le medaglie.

 

Lascia un commento

Top