Atletica, Diamond League Losanna 2016: conferma per Ibargüen, rinvincita Adams

Atletica-Caterine-Ibarguen-Vanguardia.jpg

Caterine Ibarguen


A pochi giorni dalla fine dei Giochi Olimpici di Rio 2016, le stelle dell’atletica internazionale sono tornate a darsi battaglia a Losanna, per l’undicesima tappa stagionale della Diamond League. Di seguito la prima parte dei risultati del meeting Athletissima.

LANCIO DEL DISCO MASCHILE – Di fronte a molti dei migliori interpreti mondiali, a spuntarla con un lancio da 65.61 metri è il belga Philip Milanov, che precede l’austriaco Lukas Weißhaidinger (64.84 m) ed il veterano ungherese Zoltán Kővágó (64.53m). Chiude ai piedi del podio il tedesco Robert Harting (63.12 m), mentre è addirittura sesto il leader della classifica generale, il polacco Piotr Małachowski (62.46 m).

TIRO DEL GIAVELLOTTO FEMMINILE – Grazie al suo ultimo tentativo, la ventinovenne lettone Madara Palameika si è imposta con 65.29 metri, battendo la detentrice del primato mondiale, la ceca Barbora Špotáková, seconda con 64.48 metri, e la campionessa europea in carica, la bielorussa Tatsiana Khaladovich, terza con 64.15 metri. La baltica Palameika comanda anche la corsa al diamante.

GETTO DEL PESO FEMMINILE – Dopo la sconfitta all’ultimo lancio nella finale olimpica, la neozelandese Valerie Adams, leader di Diamond League, si è presa una piccola rivincita andando a vincere con un ultimo tentativo da 19.94 metri, battendo proprio la medagliata d’oro di Rio 2016, la statunitense Michelle Carter (19.49 m), e la campionessa europea Christina Schwanitz (Germania), terza con 19.33 m.

SALTO TRIPLO FEMMINILE – Campionessa olimpica e mondiale, nonché dominatrice della stagione, la colombiana Caterine Ibargüen ha ottenuto la sua ennesima vittoria con un quinto salto da 14.76 metri. Non distante da lei troviamo la campionessa olimpica di quattro anni fa, la kazaka Olga Rypakova (14.53 m), mentre in terza posizione si è classificata la ventisettenne greca Paraskeví Papahrístou (14.18 m).

Prove non valide per la Diamond League

400 METRI OSTACOLI MASCHILI – Il ventiquattrenne estone Rasmus Mägi si è imposto in 48″59 davanti al campione mondiale, il keniota Nicholas Bett (48″68, season best) ed allo spagnolo Sergio Fernández (49″22).

1.500 METRI FEMMINILI U20 – Nella prova giovanile vinta dalla britannica Harriet Knowles-Jones (4’21″25) erano presenti due italiane: Chiara Ferdani ha chiuso quinta in 4’28″98 ed Ilaria Fantinel si è classificata settima in 4’37″36. Al secondo ed al terzo posto troviamo rispettivamente la belga Elise Vanderlest (4’23″44, personal best) e la svizzera Delia Scablas (4’25″26).

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top