Tuffi, Grand Prix Bolzano 2016 – Cagnotto vince i 3 metri, il record sfuma per un errore. “Rio? Non vedo l’ora”

Tania-Cagnotto-tuffi-foto-fin-dpm.jpg

BOLZANO – Metà gara, triplo e mezzo avanti carpiato: Tania Cagnotto indietreggia troppo nel presalto e, complice anche una folata di vento, perde fatalmente la concentrazione. Il tuffo rimane scarso e arrivano 49.60 punti che impediscono alla fuoriclasse di casa di centrare il nuovo record (l’attuale è di 366.90, stabilito a metà giugno agli Assoluti di Roma) a tre settimane dalle Olimpiadi di Rio 2016. L’urlo di gioia del Lido di Bolzano al Grand Prix altoatesino rimane smorzato in gola ma c’è comunque di che festeggiare: 355.60 punti, con un errore, significano in prospettiva poter lottare veramente testa a testa con la canadese Jennifer Abel e i suoi mega coefficienti per il podio in Brasile.

Ha perso almeno 15/20 punti – commenta a fine gara il ct e papà Giorgioe non diciamo cosa sarebbe potuto essere. Avrebbe voluto fare il record, ma non c’è problema. Siamo tranquilli verso i Giochi“. “Peccato, erano anni che non sbagliavo così il triplo e mezzo avanti – spiega invece Tania -. I 370 punti a Rio? Magari… Diciamo che, se proprio l’avessi dovuto sbagliare una volta, meglio averlo sbagliato qui. Tutto sta andando come da programmi, non vedo l’ora di iniziare le Olimpiadi. Sono molto contenta anche per come ho approcciato la gara di ieri (semifinale vinta con 338 punti, ndr) che è stata condizionata dal forte vento: arriverò a Rio preparata. Chi non lo sarà, se dovesse esserci quel vento, potrebbe pagare caro“.

La gara da 3 metri incorona la campionessa d’Europa e bronzo mondiale della specialità come da tradizione negli anni pari: oro con 357.80 punti al Grand Prix di Bolzano del 2012 e 350.10, con successo, nell’edizione del 2014. L’anno scorso invece fu quarta. L’avvio è super con un doppio e mezzo indietro da 78 punti, ottimi anche l’avvitamento avanti da 75 e il doppio e mezzo ritornato carpiato da 72. Uno spettacolo il doppio e mezzo rovesciato conclusivo: tutti 9 e un 9.5, parziale da 81. Argento per la cinese Xu Zhihuan (332.05), bronzo per l’ucraina Anastasiia Nedobiga (317.30). Clamoroso rovesciato nullo per la cinese Han Wang che in carriera ha vinto due argenti e due bronzi mondiali.

Sul finire di rassegna, argento nel sincro misto da 3 metri per Elena Bertocchi e Lorenzo Marsaglia con 249.63 punti. “Lo avevamo fatto due volte nel 2015 ma mai quest’anno – commentano -. Abbiamo una serie già competitiva e ci siamo allenati qualche giorno qui a Bolzano perché la coppia titolare sarebbe dovuta essere Cagnotto-Verzotto. A questo punto potremmo anche pensarci in chiave futura“. Oro Colombia (Sebastian Villa-Diana Pineda, 287.91), bronzo Stati Uniti (Maxwell Flory-Brooke Schultz, 246.93). La gara regina, piattaforma 10 metri maschile, invece va alla Cina con Yang Hao (506.30) su Benjamin Auffret (Francia, 447.20) e Xu Zewei (Cina, 428.50).

RISULTATI

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo dei tuffi azzurri

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: DeepBlueMedia/comunicato Len

Lascia un commento

Top