Judo, Olimpiadi Rio 2016: Harrison vuole la doppietta prima dell’addio, Aguiar e Tcheuméo sulla sua strada

Judo-Kayla-Harrison-Mayra-Aguiar.jpg

Nuovo appuntamento con il nostro percorso tra le quattordici categorie del judo in vista dei Giochi Olimpici di Rio 2016: l’undicesimo articolo è dedicato alla categoria 78 kg femminile.

Campionessa olimpica in carica della categoria 78 kg, la statunitense Kayla Harrison ha già fatto sapere che – salvo ripensamenti – dopo Rio 2016 chiuderà la sua carriera agonistica nel judo, probabilmente per dedicarsi alle MMA. La ventiseienne dell’Ohio arriva all’appuntamento a cinque cerchi come testa di serie numero uno e dunque come una delle grandi favorite per il torneo. Harrison proverà dunque a chiudere la sua avventura nel judo con un nuovo successo, ma dovrà guardarsi soprattutto dalle due avversarie che la seguono nel ranking. Mayra Aguiar, campionessa mondiale nel 2014, avrà dalla sua la spinta del pubblico di casa, mentre la terza pretendente al titolo sarà la francese Audrey Tcheuméo, reduce dalla vittoria del suo secondo titolo europeo. Da ricordare che queste due atlete hanno condiviso il terzo gradino del podio quattro anni fa a Londra, mentre due stagioni fa si scontrarono nella finale iridata, con la brasiliana che ebbe la meglio.

Una questione particolare ha invece riguardato l’olandese Marhinde Verkerk, trentenne che sarà accreditata della quarta testa di serie: vincitrice della medaglia d’oro ai Giochi Europei di Baku 2015, Verkerk è stata selezionata al posto della connazionale Guusje Steenhuis, nonostante i risultati nettamente migliori della più giovane compagna di squadra in questo 2016. Verkerk sarà dunque chiamata a dimostrare la correttezza della scelta dei tecnici Oranje, così come dovrà fare la britannica Natalie Powell, convocata a discapito della vicecampionessa olimpica in carica, Gemma Gibbons. Testa di serie numero otto, la giovane giapponese Mami Umeki arriverà a questi Giochi come campionessa mondiale in carica, anche se quest’anno ha faticato ad imporsi, non riuscendo a vincere neppure la rassegna nazionale nipponica. Pericolosissima, tra le atlete fuori dalle migliori otto, la nordcoreana Sol Kyong: nel 2013, uscita quasi dal nulla, andò a prendersi il titolo mondiale.

PARTECIPANTI E TESTE DI SERIE
1. Kayla Harrison  (USA)
2. Audrey Tcheuméo  (FRA)
3. Mayra Aguiar  (BRA)
4. Marhinde Verkerk  (NED)
5. Anamari Velenšek  (SLO)
6. Luise Malzahn  (GER)
7. Natalie Powell  (GBR)
8. Mami Umeki  (JPN)
Sol Kyong  (PRK)
Abigél Joó  (HUN)
Zhang Zhehui  (CHN)
Viktoriya Turks  (UKR)
Daria Pogorzelec  (POL)
Miranda Giambelli  (AUS)
Sarah Myriam Mazouz  (GAB)
Yalennis Castillo  (CUB)
Hortence Mballa Atangana  (CMR)
Lkhagmedg Purevjargal  (MGL)

 

LE ALTRE CATEGORIE
FEMMINILI
: 48 KG – 52 KG – 57 KG – 63 KG – 70 KG
MASCHILI: 60 KG – 66 KG – 73 KG – 81 KG – 90 KG

I CONVOCATI DELLE PRINCIPALI NAZIONALI:
Azerbaigian Azerbaijan Australia Australia Belgio Belgio Brasile Brasile Canada Canada Cina Cina Corea del Sud Corea del Sud
Cuba Cuba Francia Francia  Georgia Germania Germania Giappone Giappone Regno Unito Gran Bretagna Italia Italia
Kazakistan Kazakistan Mongolia Mongolia Paesi Bassi Olanda Portogallo Portogallo Russia Russia Slovenia Slovenia Turchia Turchia
Ucraina Ucraina Ungheria Ungheria Uzbekistan Uzbekistan

 

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: IJF

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top