Judo, Olimpiadi Rio 2016: Ebinuma in pole position tra i 66 kg, Basile fa tremare tutti

Judo-Fabio-Basile-EJU.jpg

Nuovo appuntamento con il nostro percorso tra le quattordici categorie del judo in vista dei Giochi Olimpici di Rio 2016: il quarto articolo è dedicato alla categoria 66 kg maschile.

Il giapponese Masashi Ebinuma ha un conto in sospeso con i Giochi Olimpici: dominatore della categoria 66 kg nel 2011, il nipponico si presentò a Londra da campione del mondo, ma dovette accontentarsi del bronzo, per poi inanellare altri due titoli mondiali nei due anni successivi. Questa volta, il ventiseienne si presenterà alle Olimpiadi dopo una stagione non esaltante, ma le sue indiscutibili qualità fanno di lui il favorito d’obbligo per il successo finale. Sulla sua strada, però, Ebinuma troverà il ventiduenne sudcoreano An Ba-Ul, esploso lo scorso anno con la conquista del titolo iridato, e numero uno del seeding. i due potrebbero sfidarsi dunque in semifinale. Da tenere d’occhio anche il georgiano Vazha Margvelashvili, altro judoka emergente che ha recentemente vinto la medaglia d’oro dei Campionati Europei.

Un atleta da seguire sempre con attenzione è l’ucraino Giorgii Zantaraia, judoka che vanta cinque medaglie mondiali in bacheca, anche se spesso ha dimostrato di subire la pressione quando parte come favorito: a Rio, però, non sarà lui quello costretto a fare il risultato, e questo potrebbe giocare a suo favore. Il venticinquenne mongolo Tumurkhuleg Davaadorj si è fatto strada soprattutto grazie ai tornei del circuito mondiale, che gli hanno permesso di ottenere la testa di serie numero due anche senza vincere medaglie iridate. Chi invece ha confidenza con i podi importanti è il russo Mikhail Pulyaev, finalista negli ultimi due Mondiali.

Il ventunenne Fabio Basile sarà il rappresentante azzurro di questa categoria: bronzo continentale, Basile si è guadagnato il pass a cinque cerchi grazie ai risultati degli ultimi mesi qualificativi, raggiungendo anche la finale al Grand Prix di Tbilisi, strappando così la penultima posizione per la qualificazione diretta. Non inserito tra le teste di serie, il piemontese sarà uno degli avversari più temuti da tutti, visto che il sorteggio potrebbe destinarlo a sfide difficili sin dai primi turni, situazione nella quale ha già dimostrato di sapersi districare nel migliore dei modi. Altra mina vagante del tabellone sarà l’uzbeko Rishod Sobirov, primo degli esclusi dalle otto teste di serie, che andrà alla ricerca di un terzo podio consecutivo dopo i bronzi di Pechino 2008 e Londra 2012.

TESTE DI SERIE E PARTECIPANTI
1. An Ba-Ul  (KOR)
2. Tumurkhuleg Davaadorj  (MGL)
3. Mikhail Pulyaev  (RUS)
4. Georgii Zantaraia  (UKR)
5. Masashi Ebinuma  (JPN)
6. Golan Pollack  (ISR)
7. Nijat Shikhalizada  (AZE)
8. Vazha Margvelashvili  (GEO)
Rishod Sobirov  (UZB)
Dzmitry Shershan  (BLR)
Sebastian Seidl  (GER)
Colin Oates  (GBR)
Sugoi Uriarte  (ESP)
Zhansay Smagulov  (KAZ)
Sergiu Oleinic  (POR)
Charles Chibana  (BRA)
Antoine Bouchard  (CAN)
Nathan Katz  (AUS)
Kilian Le Blouch  (FRA)
Ma Duanbin  (CHN)
Houd Zourdani  (ALG)
Fabio Basile  (ITA)
Imad Bassou  (MAR)
Adrian Gomboč  (SLO)
Jesper Lefévère  (BEL)
Wander Mateo  (DOM)
Alireza Kojasteh  (IRI)
Sulaiman Hamad  (KSA)
Mathews Punza  (ZAM)
Raymond Ovinou  (PNG)
Joe Mahit  (VAN)
Jayme Mata  (ARU)
Fouad Anass Houssein  (DJI)
Yigal Kopinsky  (SUR)

 

LE ALTRE CATEGORIE
FEMMINILI
: 48 KG – 52 KG
MASCHILI: 60 KG

I CONVOCATI DELLE PRINCIPALI NAZIONALI:
Azerbaigian Azerbaijan Australia Australia Belgio Belgio Brasile Brasile Canada Canada Cina Cina Corea del Sud Corea del Sud Cuba Cuba
Francia Francia  Georgia Germania Germania Giappone Giappone Regno Unito Gran Bretagna Italia Italia Kazakistan Kazakistan
Mongolia Mongolia Paesi Bassi Olanda Portogallo Portogallo Slovenia Slovenia Turchia Turchia Ucraina Ucraina Ungheria Ungheria Uzbekistan Uzbekistan

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: EJU

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top