Judo, Grand Slam Tjumen’ 2016: Nyman e Pacek scaldano i motori per le Olimpiadi

Judo-Marcus-Nyman.jpg

Si è concluso quest’oggi in Russia il Grand Slam Tjumen’ 2016: sui tatami della città russa sono state protagoniste le sette categorie di peso più elevate, quattro al maschile (81 kg, 90 kg, 100 kg, +100 kg) e quattro al femminile (79 kg, 78 kg, +78 kg). In un torneo dalle molte assenze, vista la collocazione a meno di un mese di Giochi Olimpici di Rio 2016, il Giappone ha dominato i dibattiti con una squadra composta da giovani promesse.

81 KG MASCHILE

Quinto un anno fa, il ventiduenne Aslan Lappinagov ha conquistato il successo più importante della carriera di fronte al proprio pubblico, superando in finale il giapponese Seidai Sato con uno yuko. Favorito della vigilia e numero uno del tabellone, Alan Khubetsov si è dovuto accontentare della medaglia di bronzo insieme al connazionale Stanislav Semenov, per un tris di medaglie russe.

-81 kg
1. LAPPINAGOV, Aslan (RUS)
2. SATO, Seidai (JPN)
3. KHUBETSOV, Alan (RUS)
3. SEMENOV, Stanislav (RUS)
5. UNGVARI, Attila (HUN)
5. VOROBEV, Ivan (RUS)
7. LUCENTI, Emmanuel (ARG)
7. PACEK, Robin (SWE)

70 KG FEMMINILE

Già vincitrice per due volte del Grand Slam di Tokyo, la giapponese Chizuru Arai ha trionfato anche in Russia, imponendosi in meno di tre minuti sulla judoka di casa Valentina Maltseva. La ventiduenne nipponica ha messo a segno uno juko ed ha poi chiuso i conti con un ippon. Bronzo all’emergente venezuelana Elvismar Rodríguez, che sale sul terzo gradino del podio insieme alla bosniaca Aleksandra Samardžić.

-70 kg
1. ARAI, Chizuru (JPN)
2. MALTSEVA, Valentina (RUS)
3. RODRIGUEZ, Elvismar (VEN)
3. SAMARDZIC, Aleksandra (BIH)
5. BERNHOLM, Anna (SWE)
5. MOREIRA, Antonia (ANG)
7. KOVALENKO, Tatiana (RUS)
7. KRIUKOVA, Iana (RUS)

90 KG MASCHILE

Venticinquenne svedese, Marcus Nyman era uno dei judoka più in vista tra quelli presenti a Tjumen’ e che prenderanno parte alle Olimpiadi di Rio 2016. Già campione europeo nel 2010, lo scandinavo ha vinto il suo secondo Grand Slam dopo quello di maggio a Baku, imponendosi con un ippon ai danni del russo Khusen Khalmurzaev. Ancora la squadra di casa sul terzo gradino del podio, con Magomed Magomedov che ha affiancato il giapponese Kenta Nagasawa.

-90 kg
1. NYMAN, Marcus (SWE)
2. KHALMURZAEV, Khusen (RUS)
3. MAGOMEDOV, Magomed (RUS)
3. NAGASAWA, Kenta (JPN)
5. DADASHOV, Firudin (AZE)
5. GRIGOREV, Alexander (RUS)
7. MARMELJUK, Aleksandr (EST)
7. ZHAMBEKOV, Said Emi (RUS)

78 KG FEMMINILE

Grande vittoria per la ventunenne giapponese Rika Takayama, una delle atlete che si è messa in maggior evidenza in questo torneo. la promettente nipponica ha vinto tutti i suoi incontri in circa un minuto e mezzo, compresa la finale contro la slovena Klara Apotekar, contro la quale aveva già messo a segno uno yuko. Delusione per la favorita di turno, la britannica Natalie Powell, settima, mentre la croata Brigita Matić è arrivata ai piedi del podio dopo essere stata sconfitta dalla russa Anastasiya Dmitrieva. Bronzo anche per l’altra padrona di casa, Aleksandra Babintceva.

-78 kg
1. TAKAYAMA, Rika (JPN)
2. APOTEKAR, Klara (SLO)
3. BABINTCEVA, Aleksandra (RUS)
3. DMITRIEVA, Anastasiya (RUS)
5. MATIC, Brigita (CRO)
5. SHMELEVA, Antonina (RUS)
7. DAVTYAN, Dzhuletta (RUS)
7. POWELL, Natalie (GBR)

100 KG MASCHILE

Dopo la vittoria di Nyman, anche Martin Pacek ha confermato il buono stato di forma degli svedesi in vista della competizione a cinque cerchi. Già vincitore di questo torneo lo scorso anno, il venticinquenne si è ripetuto mettendo i riga gli atleti di casa: in finale, infatti, lo scandinavo ha sconfitto con uno yuko ed un definitivo ippon il russo Adlan Bisultanov, mentre sul terzo gradino del podio sono saliti Niiaz Bilalov e Kazbek Zankishiev.

-100 kg
1. PACEK, Martin (SWE)
2. BISULTANOV, Adlan (RUS)
3. BILALOV, Niiaz (RUS)
3. ZANKISHIEV, Kazbek (RUS)
5. FLETCHER, Benjamin (GBR)
5. SHUKUROV, Jalil (AZE)
7. ISHIMOV, Oleg (RUS)
7. TACHII, Denis (MDA)

+78 KG FEMMINILE

Vincitrice delle ultime due edizioni del Grand Slam di Tokyo, la ventiduenne Nami Inamori ha conquistato una nuova medaglia d’oro al termine di una finale molto combattuta contro la tunisina Nihel Cheikh Rouhou, testa di serie numero uno. La campionessa africana ha infatti messo a segno uno yuko, ma la nipponica ha risolto il match con un waza-ari. Sul gradino più basso del podio troviamo la russa Nataly Sokolova e la venticinquenne bosniaca Larisa Cerić.

+78 kg
1. INAMORI, Nami (JPN)
2. CHEIKH ROUHOU, Nihel (TUN)
3. CERIC, Larisa (BIH)
3. SOKOLOVA, Nataly (RUS)
5. JABLONSKYTE, Sandra (LTU)
5. SLUTSKAYA, Maryna (BLR)
7. KARPOVA, Daria (RUS)
7. SHEREMETOVA, Ekaterina (RUS)

+100 KG MASCHILE

Mai sul podio davanti al pubblico di casa, il ventinovenne Andrey Volkov ha conquistato il successo più importante della sua carriera, evitando, in contemporanea, la conquista della decima medaglia d’oro da parte del Giappone. In finale, infatti, Volkov si è imposto per ippon su Yusei Ogawa, chiudendo la pratica in meno di un minuto. Testa di serie numero uno, l’altro nipponico Takeshi Ojitani si è piazzato al terzo posto con l’altro russo Anton Brachev.

+100 kg
1. VOLKOV, Andrey (RUS)
2. OGAWA, Yusei (JPN)
3. BRACHEV, Anton (RUS)
3. OJITANI, Takeshi (JPN)
5. BOSTANOV, Soslan (RUS)
5. MACHUTADZE, Nodar (UKR)
7. KRIVOBOKOV, Anton (RUS)
7. ZVIERIEV, Sergii (UKR)

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: IJF

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top