Basket, Preolimpico 2016: i gironi di Manila e Belgrado. Francia e Serbia in pole per volare a Rio

Tony-Parker-FB.jpg

I sogni a Cinque Cerchi della pallacanestro mondiale non hanno solo uno sfondo di colore azzurro, né passano esclusivamente dal Pala Alpitour di Torino, dove la Nazionale allenata da Ettore Messina cercherà di sfruttare l’ultima occasione disponibile per staccare il pass per Rio de Janeiro.

Dal 4 al 9 luglio, infatti, si svolgeranno altri due mini-tornei, oltre a quello torinese, che assegneranno due “carte” per i Giochi. A Belgrado, saranno impegnate Serbia, Angola, Porto Rico (gruppo A) e Giappone, Repubblica Ceca, Lettonia (gruppo B); la capitale delle Filippine, Manila, vedrà invece in campo, oltre ai padroni di casa recentemente battuti dall’Italia a Bologna, alla Francia ed alla Nuova Zelanda (gruppo A), Turchia, Senegal e Canada (gruppo B).

Ricordiamo che alle Olimpiadi sono già qualificate 9 squadre su 12: Brasile (nazione ospitante), Spagna (vincitrice dell’Europeo 2015), Lituania (finalista), Stati Uniti (campioni in carica), Nigeria, Cina, Australia, Argentina e Venezuela, dai rispettivi Campionati continentali. Restano quindi ancora da assegnare tre posti, che andranno a chi si aggiudicherà i rispettivi tornei di Torino, Manila e Belgrado. A questi, vi prenderanno parte diciotto squadre divise in sei gruppi da tre; le vincitrici di ogni gruppo si sfideranno in una partita secca per decretare chi volerà in Brasile.

Lo spauracchio Francia, impegnata a Manila, è la squadra più in alto nel ranking mondiale (5^) fra quelle costrette a passare per la “ghigliottina” dei Preolimpici, dunque è la favorita numero uno in Asia, anche se la Turchia (8^ nel ranking), in primis, o quel Canada capace di battere ai supplementari l’Italia all’Imperial City Tournament di Bologna una settimana fa, potrebbero rendere più scomoda del previsto la missione a Cinque Cerchi dei fortissimi transalpini.

Coach Collet potrà contare, fra gli altri, su Nando De Colo, Florent Piétrus, sugli “americani” Batum, Diaw, Lauvergne e, soprattutto, sul totem Tony Parker: insomma, uno squadrone che non può fallire l’appuntamento più importante dell’anno… Filippine e Nuova Zelanda dovrebbero essere poco più di orgogliose sparring partner, mentre il Senegal costituisce la classica “mina vagante” della vigilia, poiché compagine discontinua in grado di ben comportarsi alla Coppa del Mondo 2014, ma altrettanto clamorosamente perdere l’Afrobasket dello scorso anno.

Per quanto riguarda le due poule di Belgrado, invece, i serbi ospitanti hanno tutti i favori dei pronostici: sesti nel ranking mondiale, potranno contare anche sul proverbiale, calorosissimo tifo di casa… Al servizio di Saša Djordjevic ci saranno i vari Teodosic, Raduljica, Jokic, Kalinic, Bogdanovic, Markovic, tutti atleti di spessore che sanno come si vince (vice-campioni iridati in carica) e desiderosi di riportare la Serbia ai Giochi dopo 12 anni di assenza. Le Aquile dovranno vedersela con Angola e Porto Rico, squadre rispettabili rispettivamente 15^ e 16^ nella graduatoria mondiale ma chiamate ad un’impresa ardua contro i balcanici.

In nome di un insano sbilanciamento dei valori in campo (almeno sulla carta…), nel gruppo B di Belgrado troviamo tre outsider pronte a stupire: Giappone, Repubblica Ceca e Lettonia. Team ben lontani dai vertici del basket mondiale, tuttavia pronti a stupire e quantomeno centrare la finale di raggruppamento.

I CALENDARI COMPLETI

Belgrado

4 luglio, Gruppo A: Serbia-Porto Rico
4 luglio, Gruppo B: Giappone-Lettonia
5 luglio, Gruppo A: Porto Rico-Angola
5 luglio, Gruppo B: Lettonia-Repubblica Ceca
6 luglio, Gruppo A: Angola-Serbia
6 luglio, Gruppo B: Repubblica Ceca-Giappone
8 luglio, semifinale: A1-B2
8 luglio, semifinale: A2-B1
9 luglio, finale

Manila

4 luglio, Gruppo A: Turchia-Canada
4 luglio, Gruppo B: Francia-Filippine
5 luglio, Gruppo A: Canada-Senegal
5 luglio, Gruppo B: Filippine-Nuova Zelanda
6 luglio, Gruppo A: Senegal-Turchia
6 luglio, Gruppo B: Nuova Zelanda-Francia
8 luglio, semifinale: A1-B2
8 luglio, semifinale: A2-B1
9 luglio, finale

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giuseppe.urbano@oasport.it

Foto: profilo Facebook Tony Parker

Lascia un commento

Top