Tour de France 2016: i favoriti per la maglia gialla. Quintana insidia Froome. Ma che parata di stelle!

Chris-Froome-FB-Team-Sky.jpg

Il prossimo due luglio prenderà il via la 103esima edizione del Tour de France, la corsa a tappe più prestigiosa al mondo. Tanti, come sempre, i big presenti per contendersi la maglia gialla fino sui Campi Elisi. Dal campione in carica Chris Froome fino a Vincenzo Nibali, reduce dalla vittoria al Giro d’Italia, analizziamo chi sono i grandi favoriti in vista della partenza da Mont Saint-Michel. 

Con due vittorie negli ultimi tre anni, Froome si presenterà al via come uomo da battere. Convincente la sua prova al Giro del Delfinato, vinto, ma il solito Froome potrebbe non bastare. L’atleta del Team Sky è, sulla prestazione pura, il miglior scalatore del mondo. Negli ultimi anni ha dimostrato a più riprese quanto le sue sue accelerazioni facciano male, ma il percorso della prossima Grande Boucle potrebbe limitarlo. Tante salite e tante frazioni con dislivelli importanti, l’opposto di quanto vorrebbe il britannico, maggiormente a suo agio quanto la tappa viene decisa su un unica ascesa in corrispondenza del traguardo. Inoltre, Froome talvolta si è dimostrato vulnerabile durante l’ultima settimana e in questa edizione del Tour gli ultimi giorni di gara potrebbero diventare una corsa ad eliminazione dove fondo e recupero potrebbero giocare un ruolo fondamentale. 

Considerando tutto questo, il vero ruolo di favorito potrebbe passare a Nairo Quintana, ormai 26enne e maturo per provare ad insidiare i rivale storico nella lotta alla maglia gialla. Il colombiano ha già conseguito due secondi posti al Tour nel 2013 e nel 2015, sempre alle spalle di Froome. A differenza dell’anglokeniota si esalta nella terza settimana e ha nelle doti di fondo uno dei suoi punti di forza. Già lo scorso anno con una tattica più spregiudicata avrebbe potuto provare a ribaltare una situazione che sembrava chiusa, quest’anno ha la possibilità più concreta di salire sul gradino più alto del podio sui Campi Elisi da quando è professionista. La Movistar, con Valverde a fianco di Nairo, è una squadra forte ma il Team Sky di Froome (con Thomas, Kwiatkowski, Poels e Nieve già annunciati) sembra avere qualcosa di più sotto questo punt di vista.

Parte un paio di gradini sotto Alberto Contador, probabilmente all’ultima grande occasione della carriera per conquistare quel Tour de France che secondo gli almanacchi gli manca dal lontanissimo 2009. Il Pistolero di Pinto non è più nemmeno comparabile alla macchina da grandi giri del periodo tra il 2008 e il 2011, complice l’avanzare dell’età e le tante stagioni da professionista alle spalle, ma ha già dimostrato in passato di poter vincere senza essere l’uomo più forte sulla strada. Al Giro del Delfinato non ha convinto appieno: dopo una cronoscalata d’eccezione il primo giorno ha sempre sofferto in salita fino a chiudere al quinto posto con 35” di ritardo da Froome. Il percorso si adatta alla fantasia e alle invenzioni dell’atleta della Tinkoff che però negli ultimi anni talvolta ha esagerato nel tentativo di attacchi estrosi ma poco attuabili nella realtà dei fatti. Anche questo fattore potrebbe essere importante.

Tra i Fab four delle grandi corse a tappe, per carisma e palmares, non possiamo che inserire anche Vincenzo Nibali, fresca Maglia rosa del Giro d’Italia. La doppietta Giro-Tour manca dal 1998, quando Marco Pantani riuscì in un’impresa leggendaria. Lo Squalo, che nel suo mirino ha anche le Olimpiadi, dovrebbe essere presente al Tour de France come gregario e punto d’appoggio per Fabio Aru (di cui parleremo in un’altra occasione, ancora non è possibile inserirlo nel novero dei favoriti per il Tour) ma la sensazione è che voglia provare a fare classifica in maniera autonoma, anche solo per dare al compagno possibilità altrimenti impraticabili dal punto di vista tattico. Il siciliano dell’Astana, a rigor di logica, dovrebbe soffrire nelle prime tappe per crescere di condizioni in vista della durissima fase finale di corsa. Un copione già visto poche settimane fa. 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Foto: Pagina Facebook Team Sky

Lascia un commento

Top