Storia delle Olimpiadi: Luigi Beccali. La star milanese del mezzofondo a Los Angeles 1932

Luigi-Beccali.jpg

L’oro azzurro più bello, dei dodici conquistati ai Giochi di Los Angeles ’32 (Italia seconda nel medagliere finale), fu quello di Luigi Beccali nell’atletica leggera, specialità 1500 metri, la più classica delle corse del mezzofondo. Il venticinquenne milanese, quarto figlio di un impiegato delle Ferrovie dello Stato, non solo conquistò in America il primo oro italiano nello sport principe delle Olimpiadi, ma fu stella luminosissima del mezzofondo globale nel decennio 1928-38. Dieci volte Campione nazionale, Campione d’Europa, primatista mondiale del 1500 m.

Appassionato da giovane di ciclismo e atletica, scelse di dedicarsi esclusivamente a quest’ultima; allenato da Dino Nai, nel 1928 Beccali si aggiudicò il titolo italiano dei 1500 metri piani, che confermò anche nei tre anni successivi. Nel 1932 fece segnare il miglior tempo stagionale nella sua specialità e sbarcò negli States per partecipare da protagonista assoluto ai Giochi della X Olimpiade, pur senza godere di credito internazionale al cospetto della coalizione a stelle e strisce, dei formidabili nordici, degli inglesi e dei canadesi.

Ma il nostro portacolori “era giunto alla prova magro e asciutto, come un puledro alla vigilia del Derby”; e come un purosangue ammaliò tutti, sbaragliando la concorrenza proveniente da ogni parte del mondo. La corsa prese il via giovedì 4 agosto, Beccali provocò dapprima una falsa partenza (evento piuttosto raro in una gara di un chilometro e mezzo…), poi diede vita al suo one man show a Cinque Cerchi, nella terra degli Studios e delle star di Hollywood.

Il primo giro vide in testa lo svedese Ny e l’azzurro in quinta posizione; ai 700 metri il canadese Edwards e l’americano Cunningham tentarono la fuga, mentre Beccali attendeva il suo momento in settima posizione. Alla campana dell’ultimo giro, l’italiano era staccato di una ventina di metri dalla testa della corsa, ma sul rettilineo opposto all’arrivo, l’inglese Cornes ruppe gli indugi  e tentò il ricongiungimento: Beccali, rapidissimo e con tempismo perfetto, si accodò al britannico, raggiunse appena dietro di lui Edwards e con un incredibile scatto da velocista bruciò entrambi impietosamente.

Beccali scivolò loro accanto senza che essi potessero tentare una reazione e andò a vincere l’oro con il tempo di 3’51″2, nuovo record olimpico, e con la folla festante che urlava “Italy…Italy…”.

L’anno successivo, prima eguagliò con 3’49″2 il record mondiale di Jules Ladoumègue, poi lo migliorò portandolo a 3’49″0. Fece segnare anche il record mondiale nelle 1000 iarde con 2’10″0 e quello italiano negli 800 e 600 m piani, rispettivamente con 1’50 e 3/5 (a soli 6 decimi da quello mondiale) e 1’20 e 2/5.

Nel 1934 si aggiudicò l’oro agli Europei di Torino nei 1500 m, oltre ad un nuovo titolo italiano. Nel 1935, oltre al quinto alloro nazionale nei 1500 m fece suo anche quello nei 5000 metri piani. Nel 1936 si laureò nuovamente Campione italiano nei 1500 m e partecipò alle Olimpiadi di Berlino dove però, anche a causa di una ferita ad un piede, non riuscì a confermare la medaglia del metallo più prezioso vinta quattro anni prima, andando comunque ad aggiudicarsi un eccellente bronzo.

Conseguì lo stesso risultato due anni più tardi agli Europei di Parigi. Abbandonata l’attività agonistica si trasferì per motivi di lavoro negli amati Stati Uniti, dove morì nel 1990 all’età di 82 anni. Luigi Beccali fece nascere il concetto sportivo-agonistico di “corsa totale”.

Storia delle Olimpiadi, prima puntata: Dorando Pietri
Storia delle Olimpiadi, seconda puntata: Ondina Valla
Storia delle Olimpiadi, terza puntata: Gian Giorgio Trissino
Storia delle Olimpiadi, quarta puntata: Pietro Mennea
Storia delle Olimpiadi, quinta puntata: Abebe Bikila
Storia delle Olimpiadi, sesta puntata: il massacro di Monaco 1972
Storia delle Olimpiadi, settima puntata: Jesse Owens
Storia delle Olimpiadi, ottava puntata: Mauro Checcoli
Storia delle Olimpiadi, nona puntata: Antonella Bellutti
Storia delle Olimpiadi, decima puntata: Paola Pezzo
Storia delle Olimpiadi, undicesima puntata: Nino Benvenuti
Storia delle Olimpiadi, dodicesima puntata: Vincenzo Maenza
Storia delle Olimpiadi, tredicesima puntata: l’oro maledetto dell’Italvolley
Storia delle Olimpiadi, quattordicesima puntata: i fratelli Abbagnale
Storia delle Olimpiadi, quindicesima puntata: Clemente Russo
Storia delle Olimpiadi, sedicesima puntata: Sara Simeoni
Storia delle Olimpiadi, diciassettesima puntata: Pino Maddaloni
Storia delle Olimpiadi, diciottesima puntata: Klaus Dibiasi
Storia delle Olimpiadi, diciannovesima puntata: Alberto Cova
Storia delle Olimpiadi, ventesima puntata: Edoardo Mangiarotti
Storia delle Olimpiadi, ventunesima puntata: Daniele Masala
Storia delle Olimpiadi, ventiduesima puntata: Novella Calligaris
Storia delle Olimpiadi, ventitreesima puntata: il Settebello 1992
Storia delle Olimpiadi, ventiquattresima puntata: Giorgio Cagnotto
Storia delle Olimpiadi, venticinquesima puntata: il Setterosa 2004
Storia delle Olimpiadi, ventiseiesima puntata: Nedo Nadi
Storia delle Olimpiadi, ventisettesima puntata: Gelindo Bordin
Storia delle Olimpiadi, ventottesima puntata: Giovanna Trillini
Storia delle Olimpiadi, ventinovesima puntata: la straordinaria pesistica italiana 1924
Storia delle Olimpiadi, trentesima puntata: Roberto Di Donna
Storia delle Olimpiadi, trentunesima puntata: l’Italia dell’hockey pista 1992
Storia delle Olimpiadi, trentaduesima puntata: il “due con” azzurro 1968
Storia delle Olimpiadi, trentatreesima puntata: l’oro della nazionale italiana di calcio 1936
Storia delle Olimpiadi, trentaquattresima puntata: Galliano Rossini
Storia delle Olimpiadi, trentacinquesima puntata: Patrizio Oliva
Storia delle Olimpiadi, trentaseiesima puntata: Giovanni Lombardi
Storia delle Olimpiadi, trentasettesima puntata: Uberto De Morpurgo
Storia delle Olimpiadi, trentottesima puntata: Giulio Gaudini
Storia delle Olimpiadi, trentanovesima puntata: il ciclismo italiano a Tokyo ’64
Storia delle Olimpiadi, quarantesima puntata: Norberto Oberburger
Storia delle Olimpiadi, quarantunesima puntata: Antonio Rossi
Storia delle Olimpiadi, quarantaduesima puntata: la fiamma olimpica
Storia delle Olimpiadi, quarantatreesima puntata: Ulderico Sergo
Storia delle Olimpiadi, quarantaquattresima puntata: Ugo Frigerio
Storia delle Olimpiadi, quarantacinquesima puntata: l’eccezionale ciclismo su pista azzurro ad Atlanta ’96
Storia delle Olimpiadi, quarantaseiesima puntata: i “Tre Moschettieri di Amsterdam”
Storia delle Olimpiadi, quarantasettesima puntata: Enrico Porro
Storia delle Olimpiadi, quarantottesima puntata: Pierpaolo Ferrazzi
Storia delle Olimpiadi, quarantanovesima puntata: il “quattro di coppia” azzurro a Sydney
Storia delle Olimpiadi, cinquantesima puntata: Rode – Straulino
Storia delle Olimpiadi, cinquantunesima puntata: Abdon Pamich
Storia delle Olimpiadi, cinquantaduesima puntata: Alberto Braglia
Storia delle Olimpiadi, cinquantatreesima puntata: Riccardi, Ragno, Cornaggia-Medici
Storia delle Olimpiadi, cinquantaquattresima puntata: Helene Mayer
Storia delle Olimpiadi, cinquantacinquesima puntata: il “quattro con” azzurro 1928
Storia delle Olimpiadi, cinquantaseiesima puntata: Carl Lewis
Storia delle Olimpiadi, cinquantasettesima puntata: Gabriella Dorio
Storia delle Olimpiadi, cinquantottesima puntata: Ennio Falco
Storia delle Olimpiadi, cinquantanovesima puntata: Abebe Bikila
Storia delle Olimpiadi, sessantesima puntata: l’oro del Settebello 1948
Storia delle Olimpiadi, sessantunesima puntata: Giuseppe Martinelli
Storia delle Olimpiadi, sessantaduesima puntata: Irene Camber
Storia delle Olimpiadi, sessantatreesima puntata: Ercole Baldini
Storia delle Olimpiadi, sessantaquattresima puntata: Valentina Vezzali
Storia delle Olimpiadi, sessantacinquesima puntata: Andrea Benelli
Storia delle Olimpiadi, sessantaseiesima puntata: Igor Cassina
Storia delle Olimpiadi, sessantasettesima puntata: Antonio Conte
Storia delle Olimpiadi, sessantottesima puntata: Carlo Airoldi
Storia delle Olimpiadi, sessantanovesima puntata: Alessandra Sensini
Storia delle Olimpiadi, settantesima puntata: Jury Chechi

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giuseppe.urbano@oasport.it

Lascia un commento

Top