Storia delle Olimpiadi: Andrea Benelli. Per vincere un oro olimpico non è mai troppo tardi…

Andrea-Benelli.jpg

Alle Olimpiadi del contentino ad Atene (per qualcuno, quelle dell’inizio della fine, per le finanze statali greche…), l’Italia confermò la sua grande tradizione nel tiro a volo, una nazione che da sempre non si accontenta di fornire le armi ai concorrenti provenienti da ogni parte del mondo, ma porta sistematicamente i propri atleti nelle finali e sui podi che contano…

Dopo l’argento di Johnny Pellielo nella fossa olimpica, dalla Grecia arrivò anche l’oro di Andrea Benelli, quarantaquattrenne di Firenze e tifosissimo della Viola introdotto al tiro a volo dal padre Luciano, il suo primo allenatore.

In mattinata, durante le qualificazioni, il tiratore italiano aveva commesso un errore, mentre quello che si sarebbe rivelato poi il suo avversario numero uno, nessuno: 125 piattelli rotti, record per il finlandese Marko Kemppainen, finale conquistata con il secondo miglior score per Andrea Benelli (124, +2 sul terzo). Ma al Markopoulo Shooting Centre, sotto un caldo africano, il capolavoro azzurro si compì in tutto il suo splendore…

Fu un atto conclusivo da infarto. Benelli si dimostrò il più preciso nella serie di 25 piattelli della finale, colpendoli tutti. Kemppainen “bucò” la quarta pedana, un singolo. E mentre alle spalle gli altri finalisti sbagliavano e in tre si raggruppavano per il bronzo, l’azzurro e il finlandese rimasero affiancati al primo posto, sbriciolando colpo su colpo singoli e doppi, da ogni posizione.

Sul 149 pari, i duellanti del Vecchio Continente poterono (teoricamente) raccogliere la concentrazione mentre il cubano Juan Miguel Rodriguez vinceva lo spareggio a tre per la medaglia del metallo meno prezioso. Lo shoot-off per l’oro fu dominato dalla tensione. Il nordico sbagliò già al secondo tiro…il fiorentino pure! Ma Kemppainen non riuscì più a raccapezzarsi e centrò solo un piattello della successiva serie di due. Benelli, invece, mano ferma e istinto del tiratore esperto, non fallì.

Quella che andò in scena in mondovisione fu un’epica corsa liberatoria sul campo gara, con il cappellino bianco e quegli occhiali da sole che lo rendevano impenetrabile, brandendo la doppietta e abbracciando infine i suoi primi tifosi: la famiglia. A 44 anni e alla quinta partecipazione olimpica, per festeggiare l’oro di tutta una vita. E poi, subito, una promessa ai giornalisti: “In carriera avevo vinto tutto e mi mancava solo l’oro olimpico. Oggi ho realizzato il sogno. Mi basta così. Dopo quasi trent’anni che sparo e quattro tentativi. Da oggi in poi non sparo più. Anzi, sparerò solo a caccia, la mia passione”. Ovviamente, fu una promessa da marinaio…pardon, da uomo di sport mai pago.

In oltre vent’anni di competizioni internazionali, Andrea Benelli ha vinto due titoli mondiali ed un titolo europeo. Ha partecipato a sei edizioni delle Olimpiadi, vincendo il bronzo ad Atlanta 1996 prima dell’oro vinto ad Atene 2004. E’ stato Commissario Tecnico della Nazionale di tiro a volo di Cipro, dal 2013, è Direttore Tecnico della Nazionale italiana. Per (ri)vincere un oro olimpico, anche da guida e mentore, non è mai troppo tardi…

 

Storia delle Olimpiadi, prima puntata: Dorando Pietri
Storia delle Olimpiadi, seconda puntata: Ondina Valla
Storia delle Olimpiadi, terza puntata: Gian Giorgio Trissino
Storia delle Olimpiadi, quarta puntata: Pietro Mennea
Storia delle Olimpiadi, quinta puntata: Abebe Bikila
Storia delle Olimpiadi, sesta puntata: il massacro di Monaco 1972
Storia delle Olimpiadi, settima puntata: Jesse Owens
Storia delle Olimpiadi, ottava puntata: Mauro Checcoli
Storia delle Olimpiadi, nona puntata: Antonella Bellutti
Storia delle Olimpiadi, decima puntata: Paola Pezzo
Storia delle Olimpiadi, undicesima puntata: Nino Benvenuti
Storia delle Olimpiadi, dodicesima puntata: Vincenzo Maenza
Storia delle Olimpiadi, tredicesima puntata: l’oro maledetto dell’Italvolley
Storia delle Olimpiadi, quattordicesima puntata: i fratelli Abbagnale
Storia delle Olimpiadi, quindicesima puntata: Clemente Russo
Storia delle Olimpiadi, sedicesima puntata: Sara Simeoni
Storia delle Olimpiadi, diciassettesima puntata: Pino Maddaloni
Storia delle Olimpiadi, diciottesima puntata: Klaus Dibiasi
Storia delle Olimpiadi, diciannovesima puntata: Alberto Cova
Storia delle Olimpiadi, ventesima puntata: Edoardo Mangiarotti
Storia delle Olimpiadi, ventunesima puntata: Daniele Masala
Storia delle Olimpiadi, ventiduesima puntata: Novella Calligaris
Storia delle Olimpiadi, ventitreesima puntata: il Settebello 1992
Storia delle Olimpiadi, ventiquattresima puntata: Giorgio Cagnotto
Storia delle Olimpiadi, venticinquesima puntata: il Setterosa 2004
Storia delle Olimpiadi, ventiseiesima puntata: Nedo Nadi
Storia delle Olimpiadi, ventisettesima puntata: Gelindo Bordin
Storia delle Olimpiadi, ventottesima puntata: Giovanna Trillini
Storia delle Olimpiadi, ventinovesima puntata: la straordinaria pesistica italiana 1924
Storia delle Olimpiadi, trentesima puntata: Roberto Di Donna
Storia delle Olimpiadi, trentunesima puntata: l’Italia dell’hockey pista 1992
Storia delle Olimpiadi, trentaduesima puntata: il “due con” azzurro 1968
Storia delle Olimpiadi, trentatreesima puntata: l’oro della nazionale italiana di calcio 1936
Storia delle Olimpiadi, trentaquattresima puntata: Galliano Rossini
Storia delle Olimpiadi, trentacinquesima puntata: Patrizio Oliva
Storia delle Olimpiadi, trentaseiesima puntata: Giovanni Lombardi
Storia delle Olimpiadi, trentasettesima puntata: Uberto De Morpurgo
Storia delle Olimpiadi, trentottesima puntata: Giulio Gaudini
Storia delle Olimpiadi, trentanovesima puntata: il ciclismo italiano a Tokyo ’64
Storia delle Olimpiadi, quarantesima puntata: Norberto Oberburger
Storia delle Olimpiadi, quarantunesima puntata: Antonio Rossi
Storia delle Olimpiadi, quarantaduesima puntata: la fiamma olimpica
Storia delle Olimpiadi, quarantatreesima puntata: Ulderico Sergo
Storia delle Olimpiadi, quarantaquattresima puntata: Ugo Frigerio
Storia delle Olimpiadi, quarantacinquesima puntata: l’eccezionale ciclismo su pista azzurro ad Atlanta ’96
Storia delle Olimpiadi, quarantaseiesima puntata: i “Tre Moschettieri di Amsterdam”
Storia delle Olimpiadi, quarantasettesima puntata: Enrico Porro
Storia delle Olimpiadi, quarantottesima puntata: Pierpaolo Ferrazzi
Storia delle Olimpiadi, quarantanovesima puntata: il “quattro di coppia” azzurro a Sydney
Storia delle Olimpiadi, cinquantesima puntata: Rode – Straulino
Storia delle Olimpiadi, cinquantunesima puntata: Abdon Pamich
Storia delle Olimpiadi, cinquantaduesima puntata: Alberto Braglia
Storia delle Olimpiadi, cinquantatreesima puntata: Riccardi, Ragno, Cornaggia-Medici
Storia delle Olimpiadi, cinquantaquattresima puntata: Helene Mayer
Storia delle Olimpiadi, cinquantacinquesima puntata: il “quattro con” azzurro 1928
Storia delle Olimpiadi, cinquantaseiesima puntata: Carl Lewis
Storia delle Olimpiadi, cinquantasettesima puntata: Gabriella Dorio
Storia delle Olimpiadi, cinquantottesima puntata: Ennio Falco
Storia delle Olimpiadi, cinquantanovesima puntata: Abebe Bikila
Storia delle Olimpiadi, sessantesima puntata: l’oro del Settebello 1948
Storia delle Olimpiadi, sessantunesima puntata: Giuseppe Martinelli
Storia delle Olimpiadi, sessantaduesima puntata: Irene Camber
Storia delle Olimpiadi, sessantatreesima puntata: Ercole Baldini
Storia delle Olimpiadi, sessantaquattresima puntata: Valentina Vezzali

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giuseppe.urbano@oasport.it

Lascia un commento

Top