Volley – Conegliano, CAMPIONESSE D’ITALIA: le Pantere ai raggi X, la festa di Ortolani e compagne

Conegliano-Roberto.jpg

Conegliano è Campione d’Italia 2016 di volley femminile. La Imoco ha conquistato il primo scudetto della sua storia succedendo a Casalmaggiore nell’albo d’oro. Conosciamo meglio le Pantere protagoniste di questa impresa che ha mandato in estasi il sodalizio guidato dal Presidente Piero Garbellotto.

 

ALISHA GLASS – Palleggiatrice statunitense di 28 anni. Campionessa del Mondo con la sua Nazionale di cui è grande protagonista, ha vinto il suo terzo scudetto dopo quello polacco nel 2012 con la casacca dell’Atom Trefl Sopot e quello del 2013 in Porto Rico.

Classe sopraffina, grande visione di gioco, ottima gestione del pallone, smarca bene le compagne e sa su chi insistere. Bene in palla alta soprattutto con Robinson, intesa perfetta con Ortolani, squisita nei primi tempi.

 

SERENA ORTOLANI – Opposto classe 1987 ha festeggiato il suo quarto scudetto dopo quello con Casalmaggiore nel 2015 e i due con Bergamo nel 2006 e nel 2011. Il cambio di ruolo l’ha ulteriormente esaltata e in coppia con il compagno Mazzanti ha formato un tandem d’eccellenza che ha portato a casa due tricolori consecutivi. Una delle mamme di Conegliano, protagonista indiscussa della stagione, terminale offensivo di gran classe che ora punta con decisione alla Nazionale.

 

KELSEY ROBINSON – Schiacciatrice classe 1992, altra statunitense della colonia americana in terra veneta. Campionessa del Mondo con la sua Nazionale, miglior schiacciatrice dell’ultimo Grand Prix, un fenomeno in fase offensiva capace di piegare le mani delle avversarie e di far sempre sentire il suo talento. È il suo primo scudetto alla sua seconda stagione da professionista.

MEGAN EASY – In molti la ricorderanno come Megan Hodge, suo cognome da nubile. Acquistata da Conegliano dopo una stagione di inattività per maternità, si rivela la schiacciatrice in più per questa Imoco in cui sbarca dopo una carriera meravigliosa culminata nell’argento alle Olimpiadi 2012, nei tanti ori al Gran Prix ma non nel trionfo iridato (era assente nel 2014 per maternità). Problemi fisici sul finale di stagione l’hanno praticamente esclusa dalla corsa verso il tricolore, si è rivista solo per qualche frangente durante la Finale. Secondo scudetto in carriera dopo quello polacco nel 2012 con il Sopot, aveva già vinto la Coppa Italia 2011 con Villa Cortese.

ANTHI VASILANTONAKI – La schiacciatrice greca ha appena compiuto 20 anni ed è una delle grandi scoperte di Conegliano, acquistata lo scorso anno dal Panathinaikos. A causa dei problemi fisici avuti da Megan Easy ha giocato titolare per buona parte dei playoff, dimostrando tutto il suo talento e buona tecnica. Prima grande gioia in carriera in un campionato di primissima fascia.

 

VALENTINA ARRIGHETTI – La capitana. Centrale granitica, tutto cuore, grinta e muscoli. Trascinatrice morale dello spogliatoio, l’anima in più di questa Conegliano con cui conquista il secondo scudetto della carriera dopo quello con Bergamo nel 2011. Incita le compagne, le sprona a dare il meglio, ci mette la faccia nei rari momenti di difficoltà e risulta insuperabile.

RACHAEL ADAMS – Centrale classe 1990, Campionessa del Mondo con gli USA, al primo scudetto in carriera per la statunitense che è al secondo anno con la casacca di Conegliano. Decisiva sottorete, muro granitico, fa sentire il suo peso anche in fase offensiva, pedina fondamentale per l’intero squadra, una saracinesca contro le avversarie più temibili.

 

MONICA DE GENNARO – Veste la casacca di Conegliano dal 2013, lei era in campo quando le venete perdevano la finale scudetto proprio contro Piacenza. Il libero della nostra Nazionale conquista il primo scudetto della carriera a 29 anni, ottenendo sul campo il primo riconoscimento di squadra. Il miglior libero dei Mondiali 2014, caposaldo della nostra Nazionale e pronta a lottare per la qualificazione alle Olimpiadi 2016, è stata determinante in questa stagione: grandi difese e voli, con lei la palla fatica a toccare terra, manna per le compagne che possono giocare con maggior tranquillità.

 

DAVIDE MAZZANTI – Ha solo 39 anni ma ha già vinto tre scudetti! Un predestinato della panchina: Bergamo nel 2011, Casalmaggiore nel 2015, ora Conegliano. Tre tricolori per una bacheca appena aperta ma già ricchissima. Bravo a creare un gruppo, a tirare fuori il meglio dalle proprie giocatrici, a dare una propria visione tattica e a migliorare un materiale umano di altissima qualità: partiva da favorito, ha confermato i pronostici. Ora un futuro sulla panchina della Nazionale?

 

Lo staff tecnico: ROSSANO BERTOCCO (vice allenatore), DANIELE SANTARELLI (assistente allenatore), GIOGIO TOMASETTO (addetto statistiche), LUCA VACCARIO (medico), ANTONIO POSER (fisioterapista), TERRY ROSINI (preparatore atletico).

Giocatrici a disposizione: JENNY BARAZZA (centrale), VALENTINA SERENA (palleggiatrice), ALICE SANTINI (schiacciatrice), JOVANA BRAKOCEVIC (schiacciatrice, tesserata in corsa, MVP degli Europei vinti con la sua Serbia), LUCIA CRISANTI (centrale), ANNA NICOLETTI (schiacciatrice), CHIARA DE BORTOLI (libero).

 

Articoli correlati:

Notte magica di Conegliano! Pantere CAMPIONESSE D’ITALIA! Primo scudetto della storia

Conegliano, CAMPIONESSE D’ITALIA! Le Pantere ai raggi X: festa di Ortolani e compagne

Finale Scudetto: Kelsey Robinson MVP, stella USA per il tricolore di Conegliano

Serie A1 femminile: tutto l’albo d’oro. Conegliano Campione, scudetto in Veneto dopo 70 anni

 

(foto Roberto Muliere)

Lascia un commento

Top