Giro d’Italia 2016, Nibali: “Ho avuto problemi intestinali. Il percorso di Rio è davvero duro”

Nibali-Cometto-Boschetti-3-1.jpg

Il Giro d’Italia va agli archivi con il secondo trionfo di Vincenzo Nibali, arrivato al termine di una rimonta entusiasmante.

Ai microfoni di RaiSport, lo Squalo spiega come ha superato i tanti momenti di difficoltà: “Questo Giro mi ha insegnato di crederci sempre, fino alla fine. Ci sono stati momenti in cui il morale non era alto, ma li ho superati. Sulle Alpi, là dove osano le aquile, abbiamo fatto quest’impresa. A volte è meglio rimanere in silenzio per superare i momenti difficili. Prima della cronoscalata non ho detto che avevo avuto dei problemi intestinali per non dare un assist ai miei rivali. Poi ho recuperato nei giorni successivi“.

Lo Squalo, ora, può godersi il trionfo: “Sono emozioni davvero bellissime, trovare tutta questa folla è eccezionale. Non ci sono parole, è indescrivibile. Oggi finalmente ho abbracciato tutta la mia famiglia. Ho cercato di godermi lo spettacolo sul podio. C’era veramente tanta gente intorno al palco“.

Sul podio Nibali ha portato con sé anche la figlioletta Emma: “E’ piccola, ma penso che questo possa essere il regalo più bello che possa avere. Da grande, quando rivedrà una foto di questo momento, penso che le piacerà“.

Il fuoriclasse siciliano per ora preferisce non parlare di Tour de France e si proietta sul grande obiettivo delle Olimpiadi: “Intanto penso a recuperare le energie. Il percorso di Rio è molto difficile, lo abbiamo visionato a gennaio. Saremo solo in cinque e dovremo curare il dettaglio. Cercheremo di avere una grandissima squadra“.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Cometto – Boschetti

Lascia un commento

Top