Canoa velocità, Carlo Tacchini: “La dedica è per Mario Cova e Vittorio Carletto”, Manfredi Rizza: “È per nonna”

Rizza-Tacchini-canoa-foto-fb-e1468794584803.jpg

Dal sito della federazione italiana di canoa riportiamo le parole di Carlo Tacchini e Manfredi Rizza dopo la conquista del pass olimpico per Rio.

“Che dire, sono felicissimo, non capisco più nulla – commenta a caldo Carlo Tacchini da Duisburg – è stato bellissimo e la gara non sarebbe potuta andare meglio. Domenica, dopo la fine di questa tappa di Coppa del Mondo rientrerò in Italia e prepareremo al meglio le prossime tappe; gli obiettivi sono decisamente cambiati perché adesso si va in Brasile; è straordinario. C’è una dedica che vorrei fare a caldo, con il cuore. Dedico questo risultato a due persone della Polisportiva Verbano che mi hanno fatto crescere, prima dell’importante passaggio alle Fiamme Oro. La dedica è per Mario Cova e Vittorio Carletto, fondamentali nei miei inizi in canoa. Sono felice e farò di tutto per tenere in alto il tricolore italiano a Rio 2016”.

“Dico che è andata bene e che sono soddisfatto perché ho messo in acqua la miglior gara possibile che potessi fare – commenta Manfredi Rizzaci ho provato, fino alla fine, con una partenza positiva e un’ottima risalita nella seconda parte di gara. Dispiace soltanto per il finale nel quale, con il colpo di reni, pensavo di avercela fatta a chiudere secondo. Non dovrebbero comunque esserci sorprese e sono felice. Poco tempo fa è venuta a mancare mia nonna e le avevo promesso che l’avrei portata a Rio 2016; dedico questo risultato proprio a lei”.

Manfredi Rizza a Rio 

Il capolavoro di Tacchini

Le altre finali della mattina 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.drago@oasport.it

Lascia un commento

Top