Boxe femminile, Mondiali 2016: Alessia Mesiano riporta l’Italia sul tetto del mondo undici anni dopo Simona Galassi

Boxe-Alessia-Mesiano-FPI-Marcello-Giulietti.jpg

Siamo giunti all’ultima giornata dei Campionati Mondiali di boxe femminile 2016, in corso di svolgimento ad Astana, capitale del Kazakistan, dove quest’oggi verranno distribuiti i titoli iridati in palio.

Per i colori azzurri, la protagonista del pomeriggio kazako è stata la laziale Alessia Mesiano. Nella giornata di ieri, la ventitreenne di Latina aveva conquistato la vittoria in semifinale ai danni della bulgara Denitsa Eliseeva, guadagnandosi dunque l’accesso alla finale della categoria 57 kg (clicca qui per saperne di più). Testa di serie numero uno, Mesiano ha incontrato nel match per la medaglia d’oro la sorprendente indiana Sonia Lather.

A portarsi subito in vantaggio, al termine della prima ripresa, è stata Lather, dichiarata vincitrice di una prima ripresa equilibrata. Nel secondo round, l’azzurra ha saputo mettere a segno dei colpi precisi che le hanno permesso di ricucire lo svantaggio, prima di portarsi avanti con un’ottima terza ripresa, nella quale Mesiano è riuscita a prendere il sopravvento in modo più deciso. Nell’ultima ripresa, Lather ha tentato di riprendere le redini dell’incontro, ma l’atleta laziale ha saputo gestire il vantaggio, venendo dichiarata vincitrice per split decision (2-1).

Alessia ottiene così la sua prima medaglia d’oro dopo il bronzo di due anni fa, che l’aveva rivelata al grande pubblico. L’atleta classe 1991, inoltre, regala all’Italia un risultato che mancava da undici anni, ovvero dal terzo ed ultimo titolo di Simona Galassi, unica azzurra in grado di salire sul gradino più alto del podio della competizione iridata al femminile fino ad oggi.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: FPI – Marcello Giulietti

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top