Judo: quattro russi positivi al meldonium. C’è Mikhail Pulyaev

Judo-Mikhail-Pulyaev.jpg

Il mondo del judo fortunatamente non è avvezzo a trovarsi di fronte a scandali doping, se non qualche caso isolato e sporadico. Questa volta, però, i media russi hanno diffuso una notizia che si è abbattuta come una mannaia su quattro atleti della nazionale allenata da Ezio Gamba, tutti risultati positivi al meldonium, la sostanza resa illegale dal 1° gennaio 2016 che ha già fatto cadere nelle maglie dell’antidoping numerosi atleti di diverse discipline, in gran parte proprio russi.

In un primo momento, la Federazione Russia di Judo si era rifiutata di diffondere i nomi dei judoka coinvolti, ma a renderli noti è stata l’agenzia di stampa TASS, che cita una fonte anonima. Il più importante tra i quattro atleti risultati positivi è sicuramente Mikhail Pulyaev, ventottenne che ha disputato la finale mondiale dei 66 kg nelle ultime due edizioni dei Mondiali, conquistando anche due bronzi europei. Troviamo poi Denis Iartcev (73 kg), finalista quest’anno del Grand Slam di Parigi e vincitore del World Masters di Rabat lo scorso anno, Nataliya Kondratyeva (48 kg), terza all’ultimo Grand Slam di Tokyo, ed Ekaterina Valkova (63 kg), bronzo quest’anno ai Grand Prix de L’Avana e di Düsseldorf.

Sempre secondo l’agenzia stampa TASS, i quattro atleti avrebbero dichiarato di non aver fatto uso di meldonium dopo la sua messa al bando, avvenuta il 1° gennaio 2016, ma si tratta di un copione che già in molti hanno ripetuto prima di loro. Nel caso in cui la positività venga confermata, i quattro atleti rischierebbero naturalmente una squalifica che li priverebbe d Giochi Olimpici di Rio 2016.

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: IJF

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top