Giro dei Paesi Baschi 2016: i big si sfidano, test importante per gli scalatori

Fabio-Aru-Astana-Foto-Gianluca-Santo.png

Un affare per scalatori. Nonostante sia solo l’inizio di Aprile, il Giro dei Paesi Baschi ha l’eco di un grande giro. Protagoniste attese le salite che hanno richiamato alcuni dei migliori scalatori al mondo.

Un test importante per valutare la preparazione atletica in vista delle fasi più importanti della stagioni. Sei tappe senza respiro che metteranno a dura prova la condizione dei concorrenti. Ne usciranno indicazioni da prendere con le pinze considerando le attitudini degli scalatori ad entrare in forma più avanti ma ogni corridore potrà poi valutare nel dettaglio le proprie prestazioni.

Il parterre sarà di altissimo livello. Nairo Quintana (Movistar) e Alberto Contador (Tinkoff) saranno solo le punte di diamante. A sfidarli i giovani Fabio Aru (Astana) e Thibaut Pinot (FDJ), con il transalpino che ha iniziato bene il 2016. Per il Team Sky ci sarà Mikel Landa, ancora un’incognita in maglia nerazzurra.

Aru, che solitamente trova la condizione in vista del grande appuntamento, ha dichiarato di voler evidenziare subito un buon colpo di pedale anche in vista delle Classiche delle Ardenne, dove quest’anno vorrebbe provare a lasciare il segno per provare a capire le proprie potenzialità su quel tipo di terreno. La sfida è aperta.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Lascia un commento

Top