Superbike: Rea inarrestabile, vince Gara 1 in Thailandia

Rea-Superbike-Pagina-FB-Kawasaki-2.jpg

Dopo le due vittorie ottenute in Australia, il campione mondiale Jonathan Rea ha ottenuto un nuovo successo nella prima gara del programma thailandese, a Motul, per la seconda tappa del Mondiale Superbike 2016. Il ventinovenne nordirlandese ha sfruttato alla perfezione la sua Kawasaki in partenza, portandosi subito al comando davanti al compagno di squadra Tom Sykes. Un errore di Rea ha poi permesso a Sykes di scavalcarlo, ma la sfida tra le due verdone si è risolta ancora una volta in favore del numero uno delle ultime due stagioni, che negli ultimi giri è passato all’attacco per andare ad ottenere la sua trentaduesima vittoria in carriera.

Partirto dalla pole posiition, l’olandese Michael van der Mark ha pagato lo svantaggio motoristico della sua Honda, ritrovandosi al quinto posto dopo il primo giro. Il campione della Supersport nel 2014 ha poi rimontato scavalcando le due Ducati di Chaz Davis e Davide Giugliano, riportandosi a ridosso delle Kawasaki, fino ad un errore che lo ha costretto ad alzare bandiera bianca, ottenendo comunque un ottimo terzo posto. Il gallese Davis ha invece firmato il quarto posto, mentre Giugliano ha pagato una caduta che lo ha costretto a lasciare la quinta posizione al sorprendente Markus Reiterberger su BMW. Seguono le Suzuki di Alex Lowes e Sylvain Guintoli: il francese, campione mondiale nel 2014, è stato autore di una pessima partenza e di una successiva rimonta, giungendo alle spalle delle Ducati, per poi pagare nel finale a causa dell’eccessivo consumo delle gomme. Completano la top ten Jordi Torres, Alex De Angelis e Lorenzo Savadori, miglior italiano dopo la caduta di Giugliano.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: Kawasaki (Facebook)

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top