Storia delle Olimpiadi: Antonio Rossi, il più grande canoista italiano di tutti i tempi

Antonio-Rossi-Libera.jpg

In Italia, il cognome Rossi, essendo di gran lunga il più presente sulle nostre carte di identità, indica ormai per antonomasia il cittadino medio, l’abitante del Bel Paese comune, quello da inserire nei facsimili della modulistica di ogni genere, per intenderci. Anche nella storia dello sport azzurro abbiamo dei Rossi, ovviamente: per citarne solo qualcuno “a caso”, il Pablito Mundial, Valentino da Tavullia, la Jessica dell’oro-record nel trap a Londra 2012, il Bell’Antonio della canoa. Tutta gente che, evidentemente, di medio e/o comune ha ben poco…

Proprio del Rossi kayakista, per essere più precisi, tratteremo in questa occasione, il primo oro olimpico italiano della canoa velocità (il primo in assoluto della disciplina della pagaia fu quello di Pierpaolo Ferrazzi nel K1 slalom, a Barcellona ’92).

Quinto di cinque fratelli, Antonio Rossi da Lecco cominciò con il kayak a 15 anni e ai Giochi di Barcellona, nove anni dopo, vinse la medaglia di bronzo nel K2 500 in coppia con Bruno Dreossi. Ad Atlanta ’96, lo statuario atleta lombardo dipinse il capolavoro della sua carriera: doppio oro olimpico nel K1 500 e nel K2 1000, specialità in cui con Daniele Scarpa formava un tandem tremendo.

Ancora in doppio, ma con Beniamino Bonomi, Rossi avrebbe poi conquistato un altro oro nel K2 1000 a Sydney e un argento ad Atene, con ben 36 anni sul groppone. E non sentirli affatto…
Grazie anche all’alloro continentale del 1997 ed ai tre titoli iridati (7 le medaglie mondiali complessive) nell’amatissimo K2 1000 metri, l’eroico Bell’Antonio cantato a più riprese dal passionale aedo del tubo catodico, Giampiero Galeazzi, è di diritto il più grande canoista italiano di tutti i tempi.

A coronamento di una carriera esemplare, Antonio Rossi venne scelto come alfiere azzurro alle Olimpiadi di Pechino – mai un canoista era stato portabandiera dell’Italia ai Giochi – dove sfiorò un incredibile podio, giungendo quarto con il K4 1000 metri.

Il 2 ottobre 1996, a due mesi dalla conquista delle medaglie d’oro alle Olimpiadi di Atlanta, ha sposato Lucia Micheli, anch’ella campionessa di canoa-kayak (ha partecipato ai Giochi di Barcelona, ndr) da cui ha avuto due figli: Angelica e Riccardo Yuri. Provate un po’ ad indovinare in onore di chi? Scusate, ma qui si parla di metafisica sportiva, indiscutibili miti imperituri. Non iperboli gratuite fini a se stesse: sono stupendi nomi, numeri e fotogrammi emozionali che mai nessuno potrà più cancellare, poiché marchiati in perpetuum dal sacro fuoco di Olimpia.

ANTONIO ROSSI E’ UNO DEGLI EROI DEL LIBRO ‘CANTAMI ITALIA, LE LEGGENDE DELLO SPORT AZZURRO’: CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIU’

Storia delle Olimpiadi, prima puntata: Dorando Pietri
Storia delle Olimpiadi, seconda puntata: Ondina Valla
Storia delle Olimpiadi, terza puntata: Gian Giorgio Trissino
Storia delle Olimpiadi, quarta puntata: Pietro Mennea
Storia delle Olimpiadi, quinta puntata: Abebe Bikila
Storia delle Olimpiadi, sesta puntata: il massacro di Monaco 1972
Storia delle Olimpiadi, settima puntata: Jesse Owens
Storia delle Olimpiadi, ottava puntata: Mauro Checcoli
Storia delle Olimpiadi, nona puntata: Antonella Bellutti
Storia delle Olimpiadi, decima puntata: Paola Pezzo
Storia delle Olimpiadi, undicesima puntata: Nino Benvenuti
Storia delle Olimpiadi, dodicesima puntata: Vincenzo Maenza
Storia delle Olimpiadi, tredicesima puntata: l’oro maledetto dell’Italvolley
Storia delle Olimpiadi, quattordicesima puntata: i fratelli Abbagnale
Storia delle Olimpiadi, quindicesima puntata: Clemente Russo
Storia delle Olimpiadi, sedicesima puntata: Sara Simeoni
Storia delle Olimpiadi, diciassettesima puntata: Pino Maddaloni
Storia delle Olimpiadi, diciottesima puntata: Klaus Dibiasi
Storia delle Olimpiadi, diciannovesima puntata: Alberto Cova
Storia delle Olimpiadi, ventesima puntata: Edoardo Mangiarotti
Storia delle Olimpiadi, ventunesima puntata: Daniele Masala
Storia delle Olimpiadi, ventiduesima puntata: Novella Calligaris
Storia delle Olimpiadi, ventitreesima puntata: il Settebello 1992
Storia delle Olimpiadi, ventiquattresima puntata: Giorgio Cagnotto
Storia delle Olimpiadi, venticinquesima puntata: il Setterosa 2004
Storia delle Olimpiadi, ventiseiesima puntata: Nedo Nadi
Storia delle Olimpiadi, ventisettesima puntata: Gelindo Bordin
Storia delle Olimpiadi, ventottesima puntata: Giovanna Trillini
Storia delle Olimpiadi, ventinovesima puntata: la straordinaria pesistica italiana 1924
Storia delle Olimpiadi, trentesima puntata: Roberto Di Donna
Storia delle Olimpiadi, trentunesima puntata: l’Italia dell’hockey pista 1992
Storia delle Olimpiadi, trentaduesima puntata: il “due con” azzurro 1968
Storia delle Olimpiadi, trentatreesima puntata: l’oro della nazionale italiana di calcio 1936
Storia delle Olimpiadi, trentaquattresima puntata: Galliano Rossini
Storia delle Olimpiadi, trentacinquesima puntata: Patrizio Oliva
Storia delle Olimpiadi, trentaseiesima puntata: Giovanni Lombardi
Storia delle Olimpiadi, trentasettesima puntata: Uberto De Morpurgo
Storia delle Olimpiadi, trentottesima puntata: Giulio Gaudini
Storia delle Olimpiadi, trentanovesima puntata: il ciclismo italiano a Tokyo ’64
Storia delle Olimpiadi, quarantesima puntata: Norberto Oberburger

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giuseppe.urbano@oasport.it

Foto: pagina FB Antonio Rossi

Lascia un commento

Top