Equitazione: FISE contro Truppa, in tribunale per Eremo del Castegno

oa-logo-correlati.png

Attraverso una delibera ufficiale, la Federazione Italiana Sport Equestri (FISE) ha fatto sapere di voler procedere per vie giudiziarie nei confronti della ASD Centro Equestre Monferrato, in seguito alla vendita del cavallo Eremo del Castegno, con il quale Valentina Truppa ha ottenuto la qualificazione olimpica nel dressage.

Secondo quanto si legge nella delibera numero 27 dell’11 febbraio 2016, la FISE ha riscontrato il non adempimento de “l’accordo sottoscritto ta FISE e la ASD Centro Equestre di Monferrato avente tra gli obiettivi prioritari la partecipazione del binomio Valentina Truppa / Eremo del Castegno alle Olimpiadi di Rio De Janeiro ed in base al quale la FISE ha corrisposto dal 2012 al 2015 contributi economici alla associazione per € 280.000,00 […], in quanto il cavallo predetto e’ stato venduto ad un cavaliere brasiliano che intende lui stesso partecipare alle Olimpiadi“. La Federazione chiede dunque il rimborso delle cifre ricevute dall’ASD Centro Equestre Monferrato, segnalando anche che “detto inadempimento ha provocato danni alla Federazione anche sul piano sportivo e di immagine“.

Enzo Truppa, padre ed addestratore di Valentina, ha risposto attraverso un comunicato stampa: “Abbiamo appreso dai social che la Fise ha conferito mandato ad un legale esterno di agire nei nostri confronti per un asserito inadempimento all’accordo quando stipulato con il Centro Equestre Monferrato nell’ormai lontano 2012, in rinnovazione di quello del 2010. Questa delibera segue un folto scambio di email, succedutosi negli ultimi due mesi con la Fise, nei quali abbiamo tentato – invano – di spiegare le nostre ragioni e di dimostrare la nostra assoluta buona fede. Personalmente, al di là di qualsiasi considerazione giuridica, che ovviamente lasciamo ai giudici che ci giudicheranno, spiace constatare che la nostra Federazione, anziché gioire per la raggiunta qualificazione Olimpica di Valentina, ritiene più appagante trascinarci in tribunale. Dal canto nostro continueremo a tener alte la bandiera italiana ed a cercare di far suonare l’inno ancora una volta“.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: Valentina Truppa and Friends

giulio.chinappi@oasport.it

Tag

Lascia un commento

Top