Superbike, Round Australia 2016, gara-1: il primo sigillo di Rea e dello spettacolo. Davies 2° e Giugliano 4°

3045_1109093605792226_7199489168703225146_n.jpg

Round stagionale numero 1 del Mondiale Superbike 2015, sul tracciato di Phillip Island (Australia), ed è subito spettacolo. E’ questo che vien da dire immediatamente dopo aver assistito  gara-1, per la prima volta al sabato, lungo il nastro d’asfalto australiano. Un giorno decisamente convulso, per i notevoli cambiamenti apportati quest’anno dall’organizzazione in fatto di palinsesto e format. Superpole e prima manche tutto in 24 ore all’insegna dello show. Una sfida per i team ed i piloti costretti a trovare la messa a punto ideale in poco tempo. Le qualifiche premiano Tom Sykes in sella alla Kawasaki ZX-10R confermando le grandi prestazioni velocistiche, evidenziatesi nel corso del weekend e dei test, con il crono di 1’30″020 davanti la Ducati 1199 Panigale R di Davide Giugliano, a +0.078, e al compagno di squadra nonchè campione del mondo 2015 Jonathan Rea a +0.150 mentre più attardato l’altro alfiere di Borgo Panigale Chaz Davies, in nona piazza a +0.697. Sorprendono le due Yamaha di Sylvain Guintoli ed Alex Lowes, rispettivamente quarto e quinto a +0.261 ed a +0.334, con la Casa di Iwata al rientro nel Mondiale dopo 4 anni di lontananza. Ci si proietta in gara-1 e le cose cambiano. Sykes, nonostante le modifiche apporta al modello 2016, non riesce a mantenere un ritmo costante, degradando oltremodo le proprie gomme tirandosi fuori dalla lotta della vittoria poco dopo metà a gara. Si assiste, invece, ad una battaglia all’ultimo sangue tra quattro piloti: Rea, Giugliano, Davies, grande rimonta, e la sorpresa della Honda di Michael Van Der Mark (sesto nella superpole). Alla fine di un’estenuante confronto  è l’iridato 2015 a trionfare, sfruttando una guida decisamente fluida ed adatta alle caratteristiche del circuito. Kawasaki numero 1 che ha preceduto la rossa di Davies, autore di una corsa fantastica con il coltello tra i denti, giunto a soli +0″063. 1199 che a volte è sembrata un cavallo imbizzarrito tra le mani del gallese, ma è lo stile di Chaz sempre al limite sopratutto in fase di staccata. Alle spalle della Ducati uno strepitoso Van Der Mark a +0″487 dal vincitore che coglie un insperato podio precedendo Davide Giugliano, a 2 decimi dalla Honda con l’italiano autore del miglior tempo della manche all’ultimo giro in 1’31″445, e Sykes a +3″429 da Rea. Appuntamento a domani, alle ore 5 italiane, per gara-2 certi di assistere ad un’altra esibizione di coraggio da parte dei diavoli in pista delle derive di serie.

Jonathan Rea got an incredible last lap victory over Chaz Davies at the #AusWorldSBK Race 1. The Kawasaki Racing EU rider had to fight until the end to beat Davies over the line by only 0.063 seconds.

Pubblicato da WorldSBK su Sabato 27 febbraio 2016

ORDINE DI ARRIVO GARA-1

Immagine

GRIGLIA DI PARTENZA SUPERPOLE

Immagine

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: pagina FB Jonathan Rea

Lascia un commento

Top