Judo, Grand Prix Düsseldorf 2016: Tcheuméo torna al top, Galeone subito fuori

Judo-Audrey-Tcheuméo-Luise-Malzahn.jpg

La terzaa giornata del Grand Prix di Düsseldorf 2016 prevede lo svolgimento dei tornei di cinque categorie di peso: 90 kg, 100 kg e +100 kg per gli uomini; 78 kg e +78 kg per le donne. Il torneo tedesco rappresenta un nuovo step per la qualificazione olimpica a Rio 2016, visto che assegna punti pesanti per l’OGQ: 300 ai medagliati d’oro, 180 ai medagliati d’argento, 120 ai terzi classificati.

78 KG

Dopo la grande delusione del Grand Slam di Parigi, la francese Audrey Tcheuméo si è recata in Germania per cancellare la pessima prestazione del torneo di casa. La campionessa mondiale 2011 ha messo a segno tre ippon per qualificarsi alla finale, dove ha trovato la padrona di casa Luise Malzahn per una sfida tra la seconda e la terza del ranking mondiale. Tcheuméo ha dimostrato la sua superiorità nei confronti della teutonica durante tutto l’incontro, andando a vincere per waza-ari e conquistando il suo sesto Grand Prix della carriera. In terza posizione si sono classificate la slovena Anamari Velenšek, vincitrice per ippon sulla britannica Natalie Powell, e l’olandese Guusje Steenuhuis, che ha avuto la meglio per uno shido sulla connazionale Marhinde Verkerk, campionessa europea in carica.

L’avventura di Assunta Galeone si è subito conclusa contro la spagnola Marta Tort Merino. Entrambe le atlete hanno messo a segno un waza-ari, ma la napoletana ha accumualto tre shido contro l’unico dell’iberica.

1. TCHEUMEO, Audrey (FRA)
2. MALZAHN, Luise (GER)
3. STEENHUIS, Guusje (NED)
3. VELENSEK, Anamari (SLO)
5. POWELL, Natalie (GBR)
5. VERKERK, Marhinde (NED)
7. GIAMBELLI, Miranda (AUS)
7. TORT MERINO, Marta (ESP)

+78 KG

Uno spettacolare ippon ha permesso alla brasiliana Maria Suelen Altheman di sconfiggere in finale la campionessa mondiale in carica e grande favorita del torneo, la cinese Yu Song. La ventisettenne verdeoro sale così sul gradino più alto del podio per la prima volta dal luglio 2013, quando vise il Grand Slam di Mosca, nonostante i tanti argenti e bronzi conquistati nel frattempo. Anche la seconda cinese, Ma Sisi, ha mancato la sua finale, perdendo il bronzo in favore della sudcoreana Kim Min-Jeong, che ha messo a segno uno yuko ed un ippon, entrambi su osaekomi. Doppia medaglia per la Corea del Sud, sul podio anche con Kim Ji-Youn, vincitrice per ippon sulla giapponese Nami Inamori.

1. ALTHEMAN, Maria Suelen (BRA)
2. YU, Song (CHN)
3. KIM, Jiyoun (KOR)
3. KIM, Minjeong (KOR)
5. INAMORI, Nami (JPN)
5. MA, Sisi (CHN)
7. LOUETTE KANNING, Lucie (FRA)
7. SAVELKOULS, Tessie (NED)

90 KG

Grande sorpresa in questa categoria, dove il favorito era il campione mondiale in carica, Gwak Dong-Han. Il sudcoreano, giunto in semifinale, ha però incontrato l’outsider svedese Marcus Nyman, che con uno yuko è riuscito ad avere la meglio sull’iridato. Il venticinquenne scandinavo, oro europeo nel 2010 ma decisamente sotto tono nelle ultime stagioni, ha poi completato il capolavoro andando a battere in finale l’ungherese Krisztián Tóth grazie agli shido. Da notare che Nyman aveva vinto il suo unico Grand Prix proprio in Germania, nel 2011. Dopo aver perso con lo svedese, Gwak ha mancato il podio, costretto a dare forfait nella finale per il bronzo in favore del connazionale Kim Jae-Yun. Sul podio anche il mongolo Otgonbaatar Lkhagvasuren, che ha vinto il derby con il connazionale Altanbagana Gantulga per ippon.

1. NYMAN, Marcus (SWE)
2. TOTH, Krisztian (HUN)
3. KIM, Jae Yun (KOR)
3. LKHAGVASUREN, Otgonbaatar (MGL)
5. GANTULGA, Altanbagana (MGL)
5. GWAK, Dong Han (KOR)
7. CHENG, Xunzhao (CHN)
7. ILIADIS, Ilias (GRE)

100 KG

Epilogo da thriller nella categoria 100 kg, nella cui finale era impegnato il padrone di casa Dimitri Peters. Il trentunenne sembrava destinato alla sconfitta, in svantaggio per due yuko ed in netta difficoltà contro il cubano José Armenteros, ma il teutonico ha saputo giocare d’esperienza costringendo il caraibico alla resa per una leva al gomito. Per il bronzo di Londra 2012 arriva così il terzo oro della carriera in un Grand Prix, il primo di fronte al proprio pubblico (nel 2011 era stato argento). Se il numero uno del tabellone, l’azero Elmar Gasimov, ed il campione europeo in carica, l’olandese Henk Grol, hanno chiuso solo settimi, sono invece riusciti a raggiungere il podio il russo Adlan Bisultanov, che ha battuto lo svedese Martin Pacek, ed l’iraniano Javad Mahjoub, che ha inflitto un rapido ippon al portoghese Jorge Fonseca.

1. PETERS, Dimitri (GER)
2. ARMENTEROS, Jose (CUB)
3. BISULTANOV, Adlan (RUS)
3. MAHJOUB, Javad (IRI)
5. FONSECA, Jorge (POR)
5. PACEK, Martin (SWE)
7. GASIMOV, Elmar (AZE)
7. GROL, Henk (NED)

+100 KG

Il torneo si è concluso con la vittoria per ippon del ventunenne ucraino Yakiv Khammo, che ha così sconfitto l’egiziano Islam El Shehaby. In carriera, Khammo vantava già una medaglia d’oro in un Grand Prix, ottenuta nello scorso maggio a Zagabria. Numero uno del tabellone, il tunisino Faicel Jaballah è stato subito eliminato per mano del russo Andrey Volkov. Quest’ultimo ha poi perso il podio, classificandosi quinto, per via di un ippon subito dal sudcoreano Kim Sung-Min, che ha così aggiunto un nuovo podio alla collezione del suo Paese. Bronzo anche per l’ungherese Barna Bor, che ha sconfitto per waza-ari il cubano Alex García Mendoza.

1. KHAMMO, Iakiv (UKR)
2. EL SHEHABY, Islam (EGY)
3. BOR, Barna (HUN)
3. KIM, Sung-Min (KOR)
5. GARCIA MENDOZA, Alex (CUB)
5. VOLKOV, Andrey (RUS)
7. PASKEVICIUS, Marius (LTU)
7. WAHID, Ahmed (EGY)

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top