Dakar 2016, leggendario Sebastien Loeb. Vittoria di tappa all’esordio tra le auto per il campionissimo francese

loebdakarFaceDakar.jpg

La Dakar 2016, tempestata dagli inconvenienti nelle prime due giornate, parte col botto nella categoria auto. La seconda tappa, la prima se si esclude l’annullamento di ieri causa maltempo, ha visto imporsi una leggenda del Rally mondiale, il 9 volte consecutive Campione del Mondo Sebastien Loeb. Il campionissimo francese, giunto al debutto nella Dakar praticamente a fari spenti, senza particolari proclami ed obiettivi, ha dato un segnale forte ai suoi avversari, percorrendo i 387 km di speciale da Villa Carlos Paz a Termas Rio Hondo in 3 ore, 45 minuti e 46 secondi.

La tappa non prevedeva particolari asperità sia altimetriche che di navigazione, ma la Dakar riserva sempre sorprese ed inconvenienti. E’ filato tutto liscio per Loeb, che sulla sua Peugeot ha impresso un ottimo ritmo sin dal primo check-point. Alle sue spalle si è piazzato un altro transalpino del Team Peugeot Total, ovvero Stephane Peterhansel, staccato di 2 minuti e 23 secondi. Terzo gradino del podio per il russo Vladimir Vasilyev, su Toyota Hilux, a 2 primi e 38 secondi. Quarto il sud-africano Giniel De Villiers (Toyota), a 3 minuti ed un secondo. Da segnalare la straordinaria performance di un’altra stella WRC al debutto nella Dakar. Il finlandese Mikko Hirvonen ha portato difatti la sua Mini al quinto posto.

Il campione in carica Nasser Al-Attiyah (Qatar, MINI) ha concluso 8° la sua prova, terminando ad oltre 4 minuti da Loeb, davanti a Martin Prokop (Rep.Ceca, Toyota) ed al sorprendente vincitore del prologo, l’olandese Ten Brinke (Toyota).

Lo spagnolo Carlos Sainz ha chiuso la frazione centrando la 14esima piazza ad oltre 11 minuti dalla vetta. La sua Peugeot è rimasta attardata nelle prime fasi della corsa a causa di problemi tecnici.

Giornata da dimenticare per due possibili protagonisti di questa edizione. Gli iberici Nani Roma (Mini) e Xavier Pons (Ford), hanno subito pesanti problemi meccanici ed hanno terminato la prova con distacchi notevoli. Stessa sorte per l’argentino Orlando Terranova (MINI), in ritardo di quasi mezz’ora.

TOP TEN SECONDA TAPPA AUTO

1 – Sebastien Loeb (FRA, Peugeot) 03:45:46
2 –  Stephane Peterhansel (FRA, Peugeot) a 2 minuti e 23 secondi
3 – Vladimir Vasilyev (RUS, Toyota) a 2 minuti e 38 secondi
4 – Giniel De Villiers (RSF, Toyota) a 3 minuti ed un secondo
5 – Mikko Hirvonen (FIN, Mini) a 3 minuti e 5 secondi
6 – Leeroy Poulter (RSF, Toyota) a 3 minuti e 20 secondi
7 – Cyril Despres (FRA, Peugeot) a 4 minuti
8 – Nasser Al-Attiyah (QAT, Mini) a 4 minuti e 18 secondi
9 – Martin Prokop (CZE, Toyota) a 4 minuti e 25 secondi
10 – Bernhard Ten Brinke (NED, Toyota) a 5 minuti e 2 secondi

54 -Michele Cinotto (ITA, Polaris) a 56 minuti e 36 secondi
63 – Eugenio Amos (ITA, Polaris) ad un’ora, 3 minuti e 15 secondi
92 – Stefano Marrini (ITA, Mitsubishi) ad un’ora, 56 minuti e 12 secondi
93 – Bruno Rodi (ITA, Desert Warrior) ad un’ora, 58 minuti e 29 secondi

Per quanto riguarda la categoria camion la tappa è andata all’equipaggio guidato dall’olandese Hans Stacey (MAN). Seconda piazza per l’altro tulipano Pieter Versluis, a 48 secondi, terzo il connazionale Gerard De Rooy su Iveco.

TOP FIVE SECONDA TAPPA CATEGORIA CAMION

1 – Hans Stacey (NED, MAN) 04:18:18
2 – Pieter Versluis (NED, MAN) a 48 secondi
3 – Gerard De Rooy (NED, IVECO) ad un minuto e 51 secondi
4 – Martin Kolomy (CZE, Tatra) a 2 minuti e 39 secondi
5 – Federico Villagra (ESP, IVECO) a 2 minuti e 44 secondi

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Fonte foto: pagina Facebook Dakar

Lascia un commento

Top