Volley, SuperLega – Nona giornata: Modena batte Perugia, a braccetto con Macerata! Capoliste +3 su Verona/Trento

Vettori-Modena-Pier-Colombo.jpg

La coppia più bella d’Italia continua a viaggiare a braccetto. Macerata e Modena sono ancora appaiate al comando della SuperLega, il massimo campionato italiano di volley maschile, anche al termine della decima giornata.

Cucinieri e canarini hanno lo stesso numero di punti (23), lo stesso numero di vittorie (8), lo stesso quoziente set (2.600), ma la Lube è leggermente avvantaggiata dal quoziente punti (1.150 contro 1.140).

Macerata e Modena mantengono così tre punti di vantaggio su Trento e Verona, mentre Perugia scivola a cinque lunghezze di distacco quando mancano solo due giornate al termine del girone d’andata e ancora due big match da giocare (Verona vs Trento e Trento vs Macerata).

 

Modena vince il big match contro Perugia in un PalaPanini gremito e incandescente, tornato a sognare davvero in grande a tutti gli effetti. Nella giornata molto opaca di Earvin Ngapeth (12 punti, ma 28% in attacco con 7 errori e 6 stampate subite), Bruninho è tornato a insistere sull’opposto Vettori ed è stato ampiamente premiato (17 punti, 49% in attacco), 12 marcature anche per Petric e per un eccellente Lucas.

Nonostante un muro vertiginoso (13 di squadra) trascinato da Birarelli (4) e Buti (13), Perugia si è dovuta inchinare pagando anche la scarsa precisione di Atanasijevic (18 punti ma col 35%) e la grave assenza di Fromm, stiratosi nell’allenamento di venerdì.

 

Macerata ha espugnato l’insidioso campo di Molfetta (dove Trento era caduta dieci giorni fa), trascinata dalla precisione killer della Pantera. Osmany Juantorena assoluto protagonista con 19 punti (68% in attacco, 52% in ricezione, errori ridotti all’osso), ispirato continuamente dall’ottimo Christenson che lo ha servito con insistenza.

Stellare l’apporto di Klemen Cebulj che ha sostituito nel quarto set lo spentissimo Parodi (2): lo sloveno ha giganteggiato andando a referto con 11 punti (83% in fase offensiva) e risolvendo la contesa in favore degli uomini di Blengini che, proprio per fare giocare l’altra banda straniera, ha dovuto togliere Stankovic per Cester, affiancandolo al centro a un superlativo Podrascanin (12 punti, 2 muri).

Ai pugliesi (secondo ko consecutivo per Montagnani dopo essere subentrato a Gulinelli, ma nei due big match contro Perugia e Macerata) non sono bastati i 32 punti dello scatenato Hernandez, premiato giustamente come mvp dell’incontro.

 

Alle spalle delle due capoliste si conferma la coppia composta da Trento (vittoriosa ieri su Milano, clicca qui per saperne di più) e Verona che oggi ha vinto a Forlì. I ragazzi di Giani si sono resi assoluti protagonisti della consueta prestazione di squadra, finendo praticamente tutti in doppia cifra: 14 per il top scorer Sander, 13 per Kovacevic, 11 a testa per Starovic e Anzani (5 muri), 4 stampatone per Zingel, tutto sotto l’ottima regia di Baranowicz. Ravenna, invece, sempre aver perso il treno per la top eight.

Latina demolisce Piacenza, alla sua ottava sconfitta consecutiva e ormai in crisi nera. I laziali hanno la meglio grazie a muro (11 stampatone di squadra) e servizio (7), trascinati dai 20 punti di Sket e dai 16 di Hirsch.

La vittoria della Ninfa è fondamentale in ottica qualificazione alla Coppa Italia alla pari di quella di Monza su Padova, trascinata dai 18 punti di Renan (3 aces) e dai 14 di Botto. Brianzoli e pontini allungano così su Ravenna (ora distante tre lunghezze) e su Padova (distaccata di sei punti).

 

Di seguito tutti i risultati dettagliati della nona giornata di SuperLega e la nuova classifica generale:

DHL Modena vs Sir Safety Perugia        3-1 (25-19; 27-25; 23-25; 25-23)

Ninfa Latina vs LPR Piacenza        3-0 (25-23; 25-20; 25-16)

Gi Group Monza vs Tonazzo Padova       3-0 (28-26; 25-22; 25-21)

CMC Romagna vs Calzedonia Verona        0-3 (25-27; 23-25; 27-29)

Revivre Milano vs Diatec Trentino        0-3 (19-25; 23-25; 23-25)

Exprivia Molfetta vs Cucine Lube Banca Marche Civitanova          1-3 (28-30; 25-23; 20-25; 22-25)

 

# SQUADRA PUNTI PARTITE GIOCATE PARTITE VINTE
1. Macerata 23 9 8
2. Modena 23 9 8
3. Verona 20 9 7
4. Trento 20 9 7
5. Perugia 18 9 6
6. Molfetta 13 9 4
7. Monza 12 9 4
8. Latina 12 9 4
9. Ravenna 9 9 3
10. Padova 6 9 2
11. Piacenza 4 9 1
12. Milano 2 9 0

In blu le squadre già qualificate ai quarti di finale della Coppa Italia.

 

Lascia un commento

Top