Sci di fondo, Coppa del Mondo 2015-2016: Sundby a segno anche a Davos. Magnificat in spolvero, male gli azzurri

12311157_10153862128179925_5384344348521558819_n1-e1449179855675.jpg

Nella 30 km di Coppa del Mondo di sci di fondo a tecnica libera dell’appuntamento di Davos (Svizzera) è ancora Martin Sundby a scrivere il proprio nome sul podio più alto. Il fenomeno norvegese si è imposto anche sulle nevi svizzere gestendo meglio di chiunque altro lo sforzo, facendo la differenza rispetto ai suoi avversari nell’ultimo quarto di gara, andando sempre di più ad accumulare vantaggio.

Rivali che però sono stati piuttosto agguerriti, soprattutto per merito della squadra francese che con Maurice Magnificat ha sperato, fino al rilevamento dei 18.2 Km, di spuntarla, per portare il tricolore transalpino alla vittoria. Tuttavia, resta la splendida prova di Magnificat, giunto secondo a 20″7 e, nel complesso, di tutta l’equipe con Jean-Marc Gaillard in quinta posizione a 44″7 dal vincitore e Robin Duvillard in settima piazza a 54″3. 3 atleti nei primi 10 a testimoniare l’eccezionale prova di insieme della Francia.

Per quanto riguarda i colori azzurri, invece, non è stata una grande giornata, al pari di quella della Svezia, dal momento che sia Francesco De Fabiani che Dietmar Noeckler non sono riusciti a conquistare punti di Coppa del Mondo, giungendo al traguardo rispettivamente in 39esima a 2’58″5 e 51esima a 4’56″0 dal leader . Una prestazione mediocre che, conferma, le difficoltà nel passo skating dei nostri ragazzi rispetto ai maestri norvegesi ma anche ai nostri cugini d’Oltralpe qui a Davos.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.ii

twitter: Giandomatrix

Lascia un commento

Top