Volley, SuperLega – Sesta giornata: le pagelle. Juantorena in testa, Antonov e Djuric per il colpaccio

Djuric-Trento-Modena-SuperLega.jpg

Nel weekend si è disputata la sesta giornata di SuperLega, il massimo campionato italiano di volley maschile (clicca qui per cronaca, risultati e classifica). Di seguito le nostre consuete pagelle con i migliori e peggiori del turno.

 

MITAR DJURIC e OLEG ANTONOV: 10. Gli uomini che conducono Trento alla prima vittoria stagionale in un big match. Davanti al proprio pubblico i dolomitici sconfiggono Modena, cambiano il volto alla classifica di SuperLega e compattano il gruppo di testa. Se l’opposto segnerà 24 punti (53% in attacco), lo schiacciatore azzurro risulterà fondamentale in due momenti cruciali: in avvio di quarto set, quando i canarini sono avanti 2-1 nel conto parziali, va al servizio e infila una serie spettacolare (con 2 aces) che porta Trento avanti 9-3; poi nel tie-break piazza l’ace, in seguito a un buon turno in battuta, che trascina i ragazzi di Stoytchev sul 7-3 chiudendo la pratica.

OSMANY JUANTORENA e IVAN MILJKOVIC: 9. Il successo di Macerata a Verona, che permette ai cucinieri di riprendersi la vetta della classifica, passa anche per le mani di Stankovic e Podrascanin (incantevoli a muro) ma i due uomini simboli d’attacco sono i veri trascinatori del team di Blengini. La Pantera non smette più di bombardare, ne mette a terra ancora 16 (52% in attacco) mentre il neo-capitano ha ripreso il filo conduttore con quanto lasciato in Italia e non ha difficoltà ad andare a referto con 10 punti.

LUCIANO DE CECCO e ALEKSANDAR ATANASIJEVIC: 8,5. Il regista argentino, dopo aver perso il primo set sul campo di Padova e aver faticato nel secondo parziale, insiste sul bomber serbo e da lì Perugia andrà via liscia come l’olio. I veneti non riusciranno più a contenere Atanasijevic, scatenato autore di 22 punti, servito alla perfezione da De Cecco che permetterà alla squadra di chiudere con un eccezionale 57% di squadra in attacco. I 5 muri di Birarelli e i 4 di Buti meritano assolutamente rilievo.

SIMON HIRSCH: 8. Super prestazione per l’opposto di Latina, top scorer assoluto della sesta giornata di SuperLega grazie ai 31 punti (57% in attacco, 3 muri, 2 aces) segnati durante il match vinto contro Milano.

 

TAYLOR SANDER: 5. La peggior partita nel momento peggiore. Un classico dello sport a cui purtroppo non scappa neanche lo schiacciatore statunitense che non riesce a mettersi in mostra contro Macerata (7 punti e un misero 24% in attacco, con anche tanti errori). Verona crolla senza una pedina fondamentale in fase offensiva ed esce sconfitta da un big match importante per la formazione di Giani.

LUIGI RANDAZZO: 5. Gioca male tutta Molfetta, caduta sul campo di Monza, ma lo schiacciatore delude in particolar modo segnando solo 8 punti col 26% in attacco.

PIACENZA: 5. Quinta sconfitta consecutiva per i ragazzi di Giuliani, totalmente l’opposto rispetto alle aspettative della vigilia. Il derby sentitissimo contro Ravenna è senza storia, non possono bastare i 27 punti dell’indomito Luburic.

 

Lascia un commento

Top