Rio 2016: il percorso di gara del ciclismo, tra Copacabana e Pontal

copacabana.jpg

Il test event della scorsa estate ha svelato il percorso che assegnerà le medaglie olimpiche nel ciclismo su strada: rispetto a quanto si ipotizzava un anno fa, il tracciato ha subito alcune modifiche che comunque non ne compromettono l’alto coefficiente di difficoltà.

PROVA IN LINEA – 256.4 km per gli uomini, 130.3 per le donne. Partenza e arrivo dal forte di Copacabana, l’ideale chiusura della spiaggia più celebre al mondo: anche questa rappresenta una novità, perché nella prima bozza era stato designato il Flamengo Park come sede di gara.
Gli spettacolari passaggi da Ipanema, Barra e Reserva immettono sul circuito di Grumari, attraverso la foresta di Tijuca: quattro passaggi per i ragazzi, uno per le ragazze nell’anello che comprende anche 2 km in pavè e uno strappo di 1200 metri al 7% con una punta al 13%. Il secondo circuito dovrebbe essere decisivo: è il Canoas-Vista Chinesa, da affrontare una volta per le ragazze e per tre per gli uomini con una salita di 8.9 km e una discesa alquanto tecnica e insidiosa di 6 km. Dall’ultimo scollinamento al traguardo mancheranno 17 km in entrambe le gare.

PROVA A CRONOMETRO – Partenza e arriva a Tim Maia Square, presso Pontal.  La distanza da percorrere sarà di 54.5 km per gli uomini e 29.8 per le donne, caratterizzati rispettivamente da due e un giro sul circuito di Grumari che prevede, oltre al pavé, sia l’omonima salita la cui peculiarità è data dalla carreggiata molto stretta, sia lo strappo di Grota Funda. Gli ultimi 10 km sono comunque in pianura.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

marco.regazzoni@oasport.it

4 thoughts on “Rio 2016: il percorso di gara del ciclismo, tra Copacabana e Pontal”

  1. Luca46 scrive:

    Secondo me una salita di 9 km può favorire addirittura scalatori puri anche se non dovesse essere troppo dura.
    A prima vista mi sembra un tracciato adatto a Nibali e Valverde. Direi anche, occhio ai francesi se arrivano in forma.

  2. ale sandro scrive:

    Marco, sono già sul web le altimetrie di entrambe le prove?
    Si prospettano molto impegnativi e completi come tipo di percorsi. Mi viene da pensare in entrambi i casi a vincitori di primissimo livello, specialisti o meno che siano.

    1. Marco Regazzoni scrive:

      Tutto quello che c’è è qui: http://www.uci.ch/road/ucievents/2016-road-olympic-games/196852016/
      In ogni caso la stesura definitiva è leggermente meno impegnativa rispetto ai primi disegni, ma comunque vedo favoriti passisti-scalatori di un certo livello. Sarà corsa dura, soprattutto considerando i contingenti ridotti delle varie nazionali.

      1. ale sandro scrive:

        Grazie!
        Esatto , i pochi compagni di squadra a disposizione renderanno più difficile tenere chiusa la corsa che sarà più aperta, ma fino a un certo punto. Secondo me infatti i corridori più completi e forti continueranno a prevalere,come appunto i passisti-scalatori. Vedo molto terreno per fare la differenza o recuperare eventuali fuggitivi della prima parte di gara, ammesso che ce ne saranno,ovviamente con azioni importanti anche su una delle ultime salite.
        Per la crono sulla carta il discorso è simile ,perchè mi sembra anche qui ci sia un po’ di tutto. Mai dire mai, però non mi sembrano percorsi da sorprese. In ogni caso ci sarà da divertirsi da appassionati.

Lascia un commento

Top