Nuoto, Gran Premio Italia 2015: record italiano per Erika Ferraioli. Federica Pellegrini niente Europei in corta?

Federica-Pellegrini-nuoto-foto-enrico-spada.jpg

Nel pomeriggio della seconda ultima giornata della 39esima edizione del Trofeo “Mussi Lombardi Femiano” a Massarosa (Lucca), 11esima con la denominazione Gran Premio d’Italia, buoni segnali per il nuoto azzurro, in avvicinamento agli Europei in vasca corta di Netanya (2-6 dicembre) e una  Federica Pellegrini che lascia tutti di sasso su una sua eventuale rinuncia alla competizione citata, per gli attentati di Parigi.

Partiamo con ordine. E’ stato il giorno di Erika Ferraioli e dei sui 100 stile libero. Il 52.58 dell’atleta dell’Esercito  è valso il primato nazionale, abbassato di 2 decimi, e una vittoria importante in vista dell’appuntamento continentale in corta davanti alla Pellegrini (53.05) e Silvia Di Pietro (53.21).

La vasca toscana ha esaltato anche le prestazioni di Simone Sabbioni e Ilaria Scarcella vincenti rispettivamente sui 200 dorso e 200 rana e autori di 2 “triplette” nelle gare dei due stili su cui si sono cimentati. L’atleta romagnolo ha mostrato una buona resistenza alla velocità, nuotando un ottimo 1:53.62, mettendo la mano davanti a Luca Mencarini in 1:54.91 e Damiano Lestingi, primo nella serie 4, in 1:54.06. La Scarcella ha ottenuto il successo in 2:22.90 precedendo Elisa Celli (2:24.47) e Francesca Fangio (2:24.87).

Da rimarcare anche le prestazioni di Marco Orsi sui 50m stile, con un buon 21.35 e di Stefania Pirozzi sempre più a proprio agio sui 200 farfalla con uno splendido 2:05.95 che le conferisce la giusta serenità per quello che sarà il resto della stagione.

Chiosiamo con Federica che, come sempre, riesce a far parlare di sé per via di scelte o decisioni che fanno discutere. La campionesse veneta, infatti, ai microfoni di Elisabetta Caporale della Rai ha espresso forti riserve sulla propria partecipazione agli Europei in Israele per il clima di paura/terrore, connesso agli attentati in Francia. Dichiarazioni che stupiscono per la tempistica ma che, in qualche modo, caratterizzano il personaggio “Pellegrini” sempre decisamente imprevedibile (clicca qui per leggere le dichiarazioni). Nei prossimi giorni ne sapremo sicuramente di più e senz’altro, in caso di assenza della nuotatrice di Spinea, la squadra azzurra ne risulterà un po’ condizionata negli obiettivi da raggiungere a Netanya.

RISULTATI COMPLETI DEL DAY 2

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Foto di Enrico Spada

Twitter: @Giandomatrix

Lascia un commento

Top