Nuoto, Europei vasca corta 2015: Orsi, lo specialista. Nuova messe di medaglie per l’Orso di Budrio?

Marco-Orsi-2-nuoto-foto-pagina-fb-swimmeeting-bolzano.jpg

Ormai ci siamo. Manca poco meno di una settimana all’inizio degli Europei in vasca corta di Netanya (Israele), in programma dal 2 al 6 dicembre, e le attese per la nostra Nazionale sono diverse. Tra i nomi più importanti della nostra spedizione in terra israeliana  vi è senza dubbio Marco Orsi che nella piscina da 25 metri ha modo di esaltare le proprie caratteristiche tecniche e fisiche.

L’Orso di Budrio, come soprannominato dagli addetti ai lavori, ha un curriculum di tutto rispetto nelle competizioni internazionali tenutesi in vasca corta: a medaglia nei 50 stile libero da Eindhoven 2010 (due argenti e un bronzo) e, nella stessa specialità, vice campione mondiale in carica da Doha 2014. A Herning 2013, un oro (4×50 mista), tre argenti e un bronzo. Un palmares di tutto rispetto per il nostro Bomber che già da questo autunno ha dimostrato di voler arricchire la lista di successi. Al recente Gran Premio Italia di Massarosa ha timbrato, infatti, i nuovi primati nazionali nei 50 farfalla e nei 100 misti (23”09-52”15), precisando che la finalizzazione della preparazione sarà rivolta ai campionati continentali.

A cosa può ambire il nuotatore azzurro? Vista l’assenza del campione olimpico dei 50m stile libero a Londra Florent Manaudou, tra le stelle transalpine non presenti, le possibilità di podio e, perchè no, di vittoria nei 50 e 100 stile sono tutt’altro che una chimera per Marco. I principali rivali, sulla carta, sembrano essere i russi Evgeny Sedov (sui 50) e Sergei Fesikov (sui 100 stile) tuttavia molto dipenderà anche dalla condizione dei nuotatori e con quale finalità sono giunti a Netanya. In questo senso, il discorso potrebbe aprirsi anche ad altre distanze come i 100 misti, nei quali Orsi vanta il secondo miglior tempo di iscrizione, dietro al già citato Fesikov (51.35), e alle staffette (stile libero, stile libero miste e mista). L’obiettivo infatti neanche troppo velato dell’italiano è quello di replicare la citata edizione di Herning e se lo status fisico sarà quello ideale la vasca israeliana potrebbe regalarci altre belle emozioni. Non ci resta che attendere quindi ancora qualche giorno, sperando che la disarmante potenza del Bomber sappia esprimersi in acqua come noi auspichiamo.

LE START LIST

LE PROSPETTIVE DELLA SQUADRA ITALIANA MASCHILE

LE PROSPETTIVE DELLA SQUADRA ITALIANA FEMMINILE

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Immagine: pagina FB DeepBlueMedia

twitter: Giandomatrix

Lascia un commento

Top