Nuoto, Coppa del Mondo: a Doha Pellegrini versione delfino. Musso 5a, solita Seebohm

Federica-Pellegrini-nuoto-foto-enrico-spada.jpg

Inedita Federica Pellegrini. Lo scrive la Fin e cogliamo la palla al balzo: mai nella sua carriera la Divina aveva nuotato i 200 farfalla in vasca lunga. Lo ha fatto quest’oggi, nella settima tappa della Coppa del Mondo di nuoto a Doha, conquistando l’ottavo posto in finale. 2’12”96 stamattina, 2’13”35 nel pomeriggio. A imporsi è stata l’ungherese Zsuzsanna Jakabos in 2’08”47.

Ieri la veneta aveva ottenuto un buon argento nei “suoi” 200 stile libero, battuta solo dall’Iron Lady Katinka Hosszu, che nuota forte ogni mese dell’anno ma che poi, nei grandi eventi, spesso e volentieri paga il suo voler strafare soprattutto nelle gare che non sono miste o a dorso. Per i colori azzurri il miglior risultato ottenuto oggi è stato il quinto posto di Erica Musso nei 400 stile libero in 4’12”51. Sesta Diletta Carli (4’14”07), sul gradino più alto del podio la neozelandese Lauren Boyle in 4’06”58.

Sesto anche Luca Leonardi, l’unico velocista a centrare una finale tra ieri e oggi. Il lombardo, al rientro dopo l’infortunio che lo ha privato dei Mondiali di Kazan in cui i suoi compagni hanno vinto un bronzo in staffetta, ha toccato con il sesto crono nella finale dei 50 stile libero. 22”79 per l’italiano, 22”28 per il brasiliano Bruno Fratus primo. Ora la spedizione dei 10 azzurri si sposterà a Dubai (Emirati Arabi Uniti), per l’ottava e ultima tappa della manifestazione in programma tra venerdì 6 e sabato 7 novembre sempre in diretta su Nuova Rete (canale 110 del digitale terrestre in Emilia Romagna).

E gli occhi di tutti gli appassionati di nuoto saranno come sempre puntati sui tempi già di pregevole fattura da parte dei fenomeni del dorso australiano. La bicampionessa mondiale Emily Seebohm continua la sua caccia al WR nei 100: anche oggi un ottimo sub 59”, con il tempo fermo a 58”34, più che a Kazan ma meno rispetto a Tokyo pochi giorni fa. Mitchell Larkin, che nelle sue due distanze preferite ha invece già stracciato i risultati iridati, si prende l’oro a parimerito nella vasca singola ex aequo con lo statunitense David Plummer in 24”70. Per Larkin anche 1’53”80 nei 200 e doppietta quotidiana salva.

Sorride pure il Sudafrica. Bene Chad Le Clos mostra una buona condizione con il 51”44 nei 100 farfalla, mentre Cameron Van Der Burgh centra l’ennesimo sub 60” della stagione nei 100 rana (59”68). A proposito di rana, Alia Atkinson torna a sorridere in 30”55. L’australiana Melanie Wright beffa tutte nei 100 stile libero, 53”86, ma in patria ha davanti a sé le due migliori velociste del pianeta. James Guy doma i 400 sl in 1’47”06, mentre nella distanza più lunga, quella che ha incoronato il nostro Gregorio Paltrinieri a Kazan, si vede un 15’07”06 del 18enne ucraino Mykhailo Romanchuk, oro nei 400 sl e argento negli 800 sl alle Olimpiadi giovanili 2014.

I RISULTATI COMPLETI DELLA SECONDA GIORNATA DI GARE

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Enrico Spada

Lascia un commento

Top