Boxe: esordio vincente per Turchi alla prima da “pro”, KO in un minuto

turchi.jpg

Esordio con il botto per il ventiduenne Fabio Turchi, che è salito per la prima volta sul ring da professionista saato sera al Pala Hilton Pharma di Ferrara, dove ha affrontato il trentatreenne bosniaco Adis Dadović. Il peso massimo fiorentino ha iniziato il match in maniera furibonda, colpendo duramente l’avversario, prima di costringerlo alla resa per KO con un colpo alla figura al primo minuto di combattimento. Un inizio vincente ed impressionante per Turchi, che sembra dunque aver fatto una scelta giusta nel decidere di passare al mondo “pro”, anche se questa sua prestazione va considerata tenendo conto della modestia dell’avversario, pugile esperto ma che ha uno score di due vittorie e dieci sconfitte, di cui oramai nove prima del tempo.

Certamente quello contro il bosniaco è stato il match ideale per rompere il ghiaccio ed acquisire fiducia in sé stessi, ma per dare una valutazione più concreta delle possibilità del talentuoso pugile toscano tra i professionisti bisognerà aspettare una sfida con un avversario all’altezza. In attesa di vederlo combattere per il titolo nazionale della categoria, attualmente detenuto da trentacinquenne sardo Salvatore Erittu, dovremmo ritrovare Turchi il prossimo 27 novembre sul ring di Scandicci, con uno avversario ancora da definire.

Nella stessa serata, il pugile di origine marocchina Mohammed Obbadi ha sconfitto alla sesta ripresa il serbo Nemanja Sabljov in un incontro della categoria dei supermosca, portando il suo score da professionista a cinque vittorie su cinque incontri disputati.

Segnaliamo anche che a Noisy-le-Grand è stato assegnato il titolo vacante dell’Unione Europea dei pesi medi, con il francese Karim Achour che ha sconfitto alla decima ripresa il connazionale Moez Fhima. Il neocampione dell’UE, classe 1987, vanta ora ventuno vittorie, quattro sconfitte e tre pareggi.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Tag

Lascia un commento

Top