Pallanuoto, Stefano Tempesti: “Dopo Rio stop con il Settebello. Continuerò con la Pro Recco”

Pallanuoto-Settebello-Tempesti-3-Renzo-Brico.jpg

Era nell’aria, praticamente inevitabile: questo sarà l’ultimo anno da portiere (e capitano) della nazionale per Stefano Tempesti. Gli anni passano anche per lui, che da inizio millennio si trova a difendere i pali del Settebello. All’età di 36 anni (37 quando volerà per il Brasile per la sua quarta Olimpiade), l’Albatross di Prato ha dunque fatto la sua scelta.

“A giugno ho fatto 36 anni, io vorrei anche non smettere, ma la carta d’identità dice un’altra cosa. Certo, mai dire mai, però mi sembrerebbe curioso arrivare ad un’Olimpiade a 41 anni. Non penso al fatto che questo sia il mio ultimo anno preolimpico, c’è una riflessione che Sandro Campagna mi ha fatto un po’ di tempo fa: si può giocare anche fino a 50 anni, le cose non cambieranno perché arriverà sempre un ultimo allenamento, un’ultima partita, un ultimo Mondiale o un’ultima Olimpiade. E se ci pensi mica la puoi evitare, meglio vivere ogni evento con serenità”. Le sue parole al Secolo XIX.

Stop in nazionale, però non ritiro ufficiale: infatti continuerà a difendere i pali della sua Pro Recco. “Se la società mi vuole, posso fermarmi anche un po’ di più, è tredicianni che sono qui, ci sto bene”.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui per mettere “Mi piace” a Pallanuoto Italia

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: Renzo Brico

Lascia un commento

Top