F1: nuovi cambiamenti in vista nel circus! Partenza manuale dal GP del Belgio 2015

Montecarlo-generica-FOTOCATTAGNI.jpg

Il Gp di Gran Bretagna è stato palcoscenico ideale non solo per il confronto in pista tra Mercedes e Ferrari ma anche per discutere di migliorie e cambiamenti all’attuale regolamento, già da quest’anno, e in ottica 2016. Il cosiddetto Strategy Group, ovvero Bernie Ecclestone, il presidente della FIA, Jean Todt, e rappresentanti di Ferrari, Mercedes, McLaren, Red Bull, Williams e Force India, si sono incontrati a Biggin Hill e sono state avanzate 28 proposte e alcune di essere ratificate in tempi molto brevi.

La partenza tornerà con la gestione manuale. Già dal Gran Premio del Belgio del prossimo agosto,infatti,  il controllo elettronico dello start sparirà e il driver dovrà effettuare la procedura manualmente, senza l’ausilio dell’elettronica. Le capacità e la prontezza del pilota dovrebbe esserne valorizzata.

Per quanto concerne il tema della power unit,  i nuovi motoristi che entreranno in F1, dal 2016, avranno la possibilità di utilizzare un’unità di potenza in più, senza incorrere in penalità, rispetto ai rivali. Ciò vale anche anche per la Honda, poiché è stato deciso di dare valenza retroattiva a questa nuova norma che, precisiamo, deve però essere ancora approvata dal Consiglio Mondiale della FIA. Ci sarà una riunione, in tal senso, a Città del Messico la prossima settimana e in quell’occasione dovrebbe anche essere approvata la modifica al regolamento sportivo in tema di sostituzione dei motori. Cio dovrebbe evitare il ripetersi di situazioni assurde come quella avuta in Austria dove, per la miriade di pene inflitte alla Mclaren, il team inglese “avrebbe dovuto disputare il GP partendo da  Franziskanerplatz a Vienna”.

Un altro tema molto importante sono le gomme per il 2016 e la loro liberalizzazione. Attualmente, infatti, è la Pirelli, costruttore unico degli pneumatici, a scegliere le coperture a seconda delle caratteristiche del tracciato, un po’ come avviene in MotoGP con la Bridgestone, badando ad un discorso di sicurezza. In questo senso, lo Strategy Group è di opinione diametralmente opposta, sostenendo la tesi della scelta libera per i team che avrebbero a disposizione, due mescole  tra le quattro della gamma, da utilizzare durante un weekend di gara. Anche questa decisione passerà al vaglio del Consiglio Mondiale tra 7 giorni.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

FOTOCATTAGNI

Twitter: @Giandomatrix

Tag

Lascia un commento

Top