Diamond League 2015, Parigi: assente Usain Bolt, Fassinotti per stupire

Atletica-Renaud-Lavillenie-FB.jpg

Ottavo appuntamento stagionale della Diamond League di atletica, in scena questo week-end allo Stade de France di Parigi.

Tanti i big in gara tra cui però non figura Usain Bolt, detentore del record del mondo sia nei 100 che nei 200 metri. Un problema all’osso ileo sulla gamba sinistra, infatti, terrà a casa il giamaicano. Il “fulmine” ha anche dichiarato di riprendere ad allenarsi regolarmente per il fine settimana, ma salterà il prossimo meeting di Losanna il 9 luglio. Assente a Parigi anche lo statunitense Justin Gatlin, capace di uno spaventoso 19″57 nei Trials di Eugene. Nella capitale francese il favorito sulla distanza più corta della pista è Asafa Powell, con un personale stagionale di 9″84.

Interessantissima anche la gara del salto in lungo maschile, dove a contendersi la vittoria saranno lo statunitense Michael Hartfield, il russo Alexandr Menkov e l’atleta di casa Kafetien Gomis, a caccia del record personale.

Nei 400 metri uomini occhi puntati su Kirani James, campione olimpico in carica che sta realizzando grandissimi tempi, vicini di 2/10 anche al suo personale. In questa gara potremmo avere anche una nuova prova della crescita di David Verburgh, vincitore ai Trials statunitensi con il tempo di 44″41.

Un altro statunitense, David Oliver, cercherà invece di scendere per la prima volta nel 2015 sotto i 13″ nella gara dei 110 ostacoli.

L’idolo dello stadio sarà sicuramente Renaud Lavillenie, grande favorito nel salto con l’asta e unico degli atleti in gara ad aver superato quota 6 metri. Il francese avrà su di sè il peso di una nazione che ospita l’evento e che lo deve sfruttare come pubblicità per la candidatura dei Giochi Olimpici del 2024, anche attraverso i risultati degli atleti di casa e in questo Lavillenie rappresenta un’eccellenza dello sport transalpino. Chissà che davanti al proprio pubblico gli arrivino gli stimoli necessari per migliorare anche il suo record del mondo di 6.16 metri.

Unico azzurro in gara è Marco Fassinotti che nel salto in alto proverà a conquistare il record italiano, conquistato nella giornata di mercoledì da Gianmarco Tamberi (2.34). Il torinese se la vedrà con il russo Ivan Ukhov, ma soprattutto con il qatariota Mutaz Essa Barshin, autore di un pregevole 2.41 nell’anno corrente.

Tra le donne la gara più avvincente dovrebbe essere quella del getto del peso con la sfida tra la cinese Lijiao Gong e la tedesca Christina Schwanitz.

Un altro duello spettacolare si preannuncia quello tra la giamaicana Shelly Ann Fraser e la nigeriana Blessing Okagbare nella gara dei 100 metri.

Foto: Pagina Facebook Renaud Lavillenie

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianni.lombardi@oasport.it

Lascia un commento

Top