Hockey prato, Round 3 World League: le pagelle delle azzurre, Mirabella-Pacella le migliori

8242cff93864f349623c6160c0794d5d_L1.jpg

Gran pareggio per le azzurre all’esordio nel Round 3 di World League. 1-1 per la nazionale italiana con le campionesse asiatiche della Corea del Sud nella prima partita del Girone A ad Anversa. Andiamo a vedere le pagelle delle azzurre.

Martina Chirico, voto 7,5: non può nulla dopo 11′ quando Park segna dalla sinistra a pochi passi dalla porta. Poi come al solito una gran partita, coadiuvata da un’ottima difesa. Intervento fondamentale nel terzo quarto quando para con il tacco (la fortuna aiuta gli audaci) un corner corto coreano.

Celina Traverso, voto 6,5: lavoro sporco per lei, quasi mai fallosa e sempre molto ordinata. Collante ottimo tra difesa e centrocampo.

Costanza Aguirre, voto 6: si vede poco, per lei anche un cartellino giallo sul finale di primo quarto.

Macarena Ronsisvalli, voto 6,5: prestazione simile alle due sopracitate, comunque sempre autrice di ottimi interventi difensivi.

Agata Wybierlaska, voto 7: inizia male, concedendo un corto alle coreane dopo 2′, poi cresce alla distanza. Ci prova su corto: prima trova una fantastica opposizione del portiere coreano, poi trova l’assist giusto per la rete del pareggio di Ruggieri.

Chiara Tiddi, voto 7: solita performance di sostanza per il capitano azzurro, un vero muro in difesa ed abile anche a costruire. Nota stonata i corner corti, non molto precisi oggi.

Aldana Lovagnini, Eugenia Garaffo, Florencia Nogueira, Marcela Casale e Maria Socino, voto 6,5: anche per loro lavoro sporco. Il centrocampo azzurro si chiude bene davanti alla difesa e riesce a fermare bene gli attacchi coreani, partendo spesso e volentieri in contropiede.

Eleonora Di Mauro, voto 6,5: l’attaccante dell’HCU Catania alza benissimo la pressione tra secondo e terzo quarto, mettendo in crisi le registe coreane che sono spesso costrette a buttar via la pallina.

Martina Lecchini, s.v.: pochi minuti in campo per l’attaccante del CUS Pisa.

Valentina Braconi, voto 6,5: la punta della Ferrini si fa vedere spesso nell’area di rigore asiatica, ma non riesce a sfruttare le opportunità che le capitano. Peccato soprattutto per l’errore (non era facile) su pallina messa in mezzo all’ultimo minuto.

Giuliana Ruggieri, voto 7: un vero bomber. Ha il fiuto del gol e si vede quando insacca a pochi minuti dal termine il corto di Wybierlaska con un’abile spizzata. Spettacolare anche un’azione nel primo quarto quando parte in coast to coast e si libera al tiro in area coreana.

Elisabetta Pacella e Dalila Mirabella, voto 7,5: saranno anche le più giovani, ma sono le migliori in campo tra le azzurre. Mai dome in attacco: ci provano in tutti i modi a cercare il pareggio. L’attaccante dell’HCU Catania negli ultimi minuti accende il turbo sulla fascia e va a conquistarsi il fondamentale corto dell’1-1.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui per mettere “Mi piace” a Hockey Italia

gianluca.bruno@olimpiazzurra.com

Foto: CC21

Tag

Lascia un commento

Top