Seguici su

Pallavolo

Volley, i possibili convocati dell’Italia verso la Nations League: rebus tra schiacciatori e opposti, il caso Rychlicki

Pubblicato

il

Italia volley

L’Italia di volley maschile dovrà conquistare la qualificazione alle Olimpiadi di Parigi 2024 attraverso il ranking FIVB. La graduatoria internazionale, stilata al termine della fase preliminare della Nations League, assegnerà gli ultimi cinque pass per i Giochi (tenendo presente il discorso della rappresentanza continentale). Proprio per questo motivo i Campioni del Mondo dovranno presentarsi con i migliori elementi alla Nations League. I nodi stanno arrivando al pettine per il CT Fefé De Giorgi, ormai prossimo a definire la rosa azzurra per la competizione che si disputerà tra maggio e giugno.

Sulla formazione titolare non sembrano esserci grandi dubbi. Il capitano Simone Giannelli giocherà in cabina di regia, Yuri Romanò sarà l’opposto di riferimento, Alessandro Michieletto e Daniele Lavia faranno la differenza da schiacciatore, Fabio Balaso è il libero di garanzia, Gianluca Galassi e Roberto Russo dovrebbero essere i centrali di punta. Pochi dubbi anche sul palleggiatore di riserva, viste le qualità di Riccardo Sbertoli (ora alle prese con un infortunio, ma dovrebbe recuperare per la Nations League).

Non mancano però i punti interrogativi. Kamil Rychlicki non potrà ancora indossare la casacca azzurra per ragioni burocratiche (al momento risulterebbe fuori anche dai Giochi), il bomber di riserva dovrebbe dunque essere il giovane Alessandro Bovolenta, un talento assoluto ma forse ancora un po’ acerbo e proveniente da una stagione in Serie A2.

A chi spetterà il ruolo di terzo e quarto schiacciatore? Davide Gardini e Tommaso Rinaldi sono reduci da un’eccellente annaata a livello individuale, mentre Mattia Bottolo ha giocato soltanto a tratti e non è sembrato molto convincente. Attenzione all’opzione Francesco Recine, che ha dimostrato più volte di avere degli ottimi mezzi. Francesco Sani ha avuto il suo spazio e potrebbe rivelarsi un’opzione.

Nel reparto centrali, oltre a Galassi e Russo, tornato in quota dopo l’infortunio, va sempre tenuto in fortissima considerazione Simone Anzani, assente lo scorso anno per problemi fisici e ripresosi a Civitanova. Andranno valutati anche Giovanni Sanguinetti e Leandro Mosca, entrambi nel giro azzurro in occasione delle ultime annate trionfali. Nell’ultima stagione, però, si sono distinti Giovanni Maria Gargiuolo, Gabriele Di Martino, Edoardo Caneschi e Marco Vitelli: sono dei possibili inserimenti molto interessanti.