Seguici su

Basket

NBA, i risultati della notte (15 marzo): Boston vince e centra i playoff, Brunson ne fa 45 per i Knicks. Bene anche Bucks e Clippers

Pubblicato

il

Jalen Brunson
Brunson / LaPresse

Un’altra grande notte quella completata da poco in NBA, con sei partite andate in scena per la regular season 2023-2024 non lontana dal suo termine prima di tuffarsi nei playoff. Andiamo a fare un breve recap di quanto accaduto nella Lega cestistica più famosa al mondo.

I Boston Celtics (52-14) battono i Phoenix Suns (38-28) per 127-112, ottenendo così il pass per la post-season forti del primo posto nella Eastern Conference. Primo quarto equilibrato (35-32), con i padroni di casa che mantengono un piccolo margine alla seconda sirena (65-60). Nella ripresa i Celtics dilagano e volano ance a +19 (97-78) spaccando la partita in due, con i Suns che non riescono più ad avvicinarsi nel finale per il 127-112 con cui esulta il pubblico del TD Garden. Jaylen Brown trascina i suoi con 37 punti insieme a Jayson Tatum autore di 26 punti, con 23 punti di Devon Booker e 22 punti di Bradley Beal tra gli ospiti – 8 punti e ben 20 rimbalzi per Jusuf Jurkic.

Virtus Bologna-Real Madrid oggi in tv, Eurolega basket 2024: orario, programma, streaming

Successo interno anche pe i Milwaukee Bucks (43-24) contro i Philadelphia 76ers (36-30) per 114-105. Ospiti avanti dopo 12’ (24-29), con la franchigia della Pennsylvania che rimane a +8 prima dell’intervallo lungo (53-61). Reazione dei Bucks nella terza frazione, con i campioni del 2021 che accorciano a -3 (80-83) mettendo poi la freccia nel parziale conclusivo senza concedere diritto di replica agli avversari: finisce 114-105, con 32 punti ed 11 rimbalzi di un sempre efficace Giannis Antetokoumpo e 17 punti di Damian Lillard – nessun punto messo a referto per il nostro Danilo Gallinari in circa 5’ sul parquet, mentre il top scorer dei 76ers è Tyrese Maxey con 30 punti.

Affermazione casalinga per gli Houston Rockets (31-35) sui Washington Wizards (11-55) col punteggio di 135-119. Dopo un primo parziale combattuto (33-31), i texani innestano le marce alte nel secondo quarto e volano a +22 (74-52). Washington accenna una timida reazione al rientro dagli spogliatoi, ma i padroni di casa non tremano (110-95) e conservano un margine importante fino alla sirena finale per il 135-119 con cui si aggiudicano il match. 37 punti per Jalen Green e 27 di Fred VanVleet tra i Rockets, con 25 punti di Jordan Poole subentrato dalla panchina e 24 di Deni Avdija tra gli ospiti.

Colpo esterno dei Los Angeles Clippers (42-23) sui Chicago Bulls (32-35) per 111-126. La compagine della California preme subito sull’acceleratore con un primo quarto da 26-37, rimanendo sopra la doppia cifra di vantaggio anche alla seconda sirena (53-64). Chicago non riesce ad accorciare sugli ospiti dopo il riposo di metà partita, con i Clippers a +12 dopo 36’ (80-92). Nella frazione conclusiva gli ospiti toccano anche il +21 (104-124), con i Bulls che provano a limitare i danni per il 111-126 con cui si conclude la sfida. 28 punti di Paul George e 27 di Kawhi Leonard ancora una volta decisivi, con James Harden che piazza una doppia doppia da 17 punti e 11 assist – 21 punti di DeMar DeRozan tra i Bulls.

Fanno saltare il fattore campo anche i New York Knicks (39-27), che espugnano Portland prevalendo sui Trail Blazers (19-47) per 93-105. I Knicks chiudono avanti di una sola lunghezza i primi 12’ (25-26), aumentando l’intensità nel parziale seguente per il +14 con cui si va all’intervallo lungo (41-55). Portland fatica a contenere l’attacco ospite, che non intende allentare la presa ritoccando il massimo vantaggio a +22 (63-85) e conservando il margine fino al 93-105 con cui i Knicks vincono in trasferta. Jalen Brunson si prende la copertina con ben 45 punti, mentre per i Trail Blazers non bastano i 31 punti e 14 rimbalzi di DeAndre Ayton a ribaltare l’inerzia.

Nell’ultimo match che completava la notte NBA gli Oklahoma City Thunder (46-20) prevalgono sui Dallas Mavericks (38-29) per 126-119. I padroni di casa mettono subito il naso avanti (33-27), con Dallas che rimane in scia ai Thunder alla seconda sirena (65-63). Nel terzo quarto Oklahoma City ritorna a macinare gioco e punti andando a +11 (95-84), con i Mavericks che nel finale provano ad impensierire gli avversari senza però riuscire ad avvicinarsi abbastanza: finisce 126-119 in favore dei Thunder, con 31 punti e 9 rimbalzi di Shai Gilgeous-Alexander e 27 di Jalen Williams – 36 punti e 12 rimbalzi di un mai domo Luka Doncic e 23 punti di Tim Hardaway Jr. subentrato dalla panchina per Dallas.

I RISULTATI DELLA NOTTE NBA

Boston Celtics-Phoenix Suns 127-112

Milwaukee Bucks-Philadelphia 76ers 114-105

Houston Rockets-Washington Wizards 135-119

Chicago Bulls-Los Angeles Clippers 111-126

Portland Trail Blazers-New York Knicks 93-105

Oklahoma City Thunder-Dallas Mavericks 126-119