Seguici su

Nuoto

Nuoto, tanta Italia nell’ultimo giorno di gare al Mondiale di Doha. Gli azzurri vogliono chiudere in bellezza!

Pubblicato

il

Alberto Razzetti
Razzetti/Lapresse

L’Italia va a caccia del record di podi ad un Campionato del Mondo. L’ultima giornata spesso ha regalato grandi soddisfazioni all’Italia e anche a Doha ci sono le condizioni per un gran finale. In mattinata gli azzurri cercheranno di rimpinguare il numero di finalisti del pomeriggio con alcune carte molto interessanti ma c’è di più: l’Italia finora ha qualificato per Parigi tutte le staffette fin qui disputate, occorre l’ultimo sforzo con le due miste. Se quella maschile non dovrebbe avere grossi problemi, non sarà facile per quella femminile.

Si parte con i 400 misti maschili e tra i grandi favoriti c’è proprio Alberto Razzetti, molto cresciuto in questa specialità, anche se i problemi a dorso palesati nei 200 misti potrebbero creargli non pochi problemi. I due giapponesi, Seto e Honda, oltre allo statunitense Foster, uno degli uomini più in forma del Mondiale, sono i rivali più accreditati dell’azzurro che cercherà di giocarsi qualcosa di importante al termine di un Mondiale dove non si è certo risparmiato.

Nei 400 misti donne c’è Sara Franceschi al via. La condizione non è ottimale e la speranza è che in una settimana abbia ritrovato la giusta brillantezza per puntare alla finale che già sarebbe un passo avanti importante. Kate Douglass, dopo la vittoria a Fukuoka, emerge come favorita. Yu Yiting della Cina, con un tempo record ai Giochi Asiatici, è un’altra contendente forte, mentre nuotatrici come Sydney Pickrem e Anastasia Gorbenko si sono distinte con tempi sotto i 2:10. Le europee come Marrit Steenbergen e Charlotte Bonnett, insieme alla britannica Abbie Wood, cercano di competere per un posto in finale.

Qualificazione olimpica, ma anche alla finale, ampiamente alla portata dell’Italia nella 4×100 mista maschile. L’incognita farfalla dove si potrebbe utilizzare Burdisso, chiamato però a fare meglio del 52″15 di Sansone nella gara individuale di Doha. Gli altri componenti della staffetta (Lamberti, Martinenghi, Miressi) stanno bene e cercheranno di dare il massimo.

Compito durissimo, invece, per la staffetta 4×100 mista donne che rischia davvero di stare fuori dai Giochi Olimpici. Servirà una bella frazione di Pilato per sollevare le sorti di una squadra che, alla luce dei risultati fin qui ottenuto dai vari singoli, dovrà fare gara ad inseguire nelle prime due frazioni per poi cercare di rimontare con una rana e uno stile libero di qualità.