Seguici su

Ciclismo

LIVE UAE Tour 2024, tappa di oggi in DIRETTA: Tim Merlier cala il tris! Vine rimane leader della generale

Pubblicato

il

Viviani / LaPresse

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

13.48 La nostra Diretta LIVE si chiude qui, noi di OA Sport vi ringraziamo e vi auguriamo un felice proseguimento di giornata.

13.46 I distacchi in classifica generale non cambiano. Jay Vine rimane in testa alla graduatoria, con un margine sul connazionale Ben O’Connor di 11″ e sul compagno di squadra Brandon McNulty di 13″. Tutto si deciderà domani nell’ultima frazione, la quale presenta la salita di Jebel Hafeet, asperità finale che sarà teatro della battaglia per la conquista della classifica generale.

13.44 Si chiude quindi la sesta tappa dell’UAE Tour 2024. Tim Merlier ha consegnato alla Soudal-Quick Step la 10ma vittoria della stagione, di cui la metà porta la firma del velocista belga. Merlier ha mostrato di non avere rivali se tutto gira come deve, al contrario della giornata di ieri dove lo sprinter ha accusato una foratura che lo ha relegato in seconda posizione.

13.42 Ecco la top-10 della gara odierna.

1 MERLIER Tim Soudal – Quick Step 3:02:14
2 DE KLEIJN Arvid Tudor Pro Cycling Team ,,
3 BAUHAUS Phil Bahrain – Victorious ,,
4 FRETIN Milan Cofidis ,,
5 SYRITSA Gleb Astana Qazaqstan Team ,,
6 GROENEWEGEN Dylan Team Jayco AlUla ,,
7 VAN DE PAAR Jarne Lotto Dstny ,,
8 GAVIRIA Fernando Movistar Team ,,
9 MOLANO Juan Sebastián UAE Team Emirates ,,
10 CONSONNI Simone Lidl – Trek ,,

13.39 Seconda posizione per il neerlandese De Kleijn (Tudor Pro Cycling Team), chiude il podio il tedesco Bauhaus (Bahrain-Victorius). Seconda top-10 consecutiva per Simone Consonni, 10mo al traguardo.

13.36 VINCE TIM MERLIER! Altra prova di forza impressionante del belga, terza vittoria in questo UAE Tour peril belga. 39mo successo in carriera per il classe 1992 della Soudal-Quick Step

13.36 C’è molta confusione, si lancia Tim Merlier.

13.35 ULTIMO CHILOMETRO!

13.34 Si allunga il gruppo, 1500 metri all’arrivo.

13.33 Pian pianino il Team Visma si sta riportando in testa al gruppo, si muove anche la Movistar di Fernando Gaviria.

13.31 Iniziano a muoversi le squadre, inizia ad esserci bagarre nelle prime posizioni del gruppo.

13.30 5 km alla conclusione.

13.29 Gruppo che viaggia molto compatto, non c’è stata ancora un’azione che romperebbe l’equilibrio.

13.26 Per la verità molte squadre di punta non sono presenti tra le prime posizioni del gruppo, scelta dettata dal vento che, in questo modo, non dovrebbe affaticare più di tanto gli atleti.

13.25 Tim Merlier comanda il gruppo, mentre il Team Visma si trova nelle retrovie del plotone.

13.23 10 km al traguardo.

13.20 Termina la fuga di Uhlig, Murgano e Finé ai -12 km. Il gruppo riprende i tre battistrada e ora si metterà in direzione del traguardo di questa tappa.

13.17 Una decina di secondi dividono la testa della corsa dal gruppo, fra pochi chilometri dovrebbe avvenire il ricongiungimento.

13.15 Come prevedibile, sia i tre battistrada che il gruppo hanno aumentato il ritmo. Il plotone ora è guidato dall’Astana.

13.13 Si stacca un altro componente della fuga, il belga Jonas Rickaert.

13.12 20 km alla fine della corsa.

13.10 Ormai il gruppo si è riportato sulle code dei quattro battistrada.

13.06 Il vantaggio dei tre fuggitivi si è abbassato fino ai 20″ quando si è entrati nel centro di Abu Dhabi.

13.03 Juan Pedro Lopez si rialza. Rimangono quindi in quattro a comandare la corsa, mentre il 26enne spagnolo si farà risucchiare dal gruppo a breve.

13.02 Ecco il risultato del passaggio allo sprint della Sorbonne University Abu Dhabi.

1 LÓPEZ Juan Pedro 8 3”
2 MURGANO Marco 5 2”
3 UHLIG Henri 3 1”
4 RICKAERT Jonas 1

13.00 Trenta chilometri alla fine della corsa.

12.59 Lopez vince anche il secondo sprint intermedio. Lo spagnolo della Lidl-Trek ha guadagnato così 6″ di abbuoni in totale grazie ai due traguardi volanti.

12.56 Il gruppo si riporta sulla trentina di secondi di distacco. I componenti del plotone principale stanno viaggiando con un passo vacanziero.

12.51 5 km allo sprint posto nei pressi della Sorbonne University Abu Dhabi, 50″ il distacco del gruppo dal quintetto di testa.

12.49 Dietro il gruppo non accenna a cambiare passo, almeno per il momento.

12.45 40 km al traguardo.

12.42 Non c’è molta organizzazione nel gruppo, tant’è che nessuna squadra si sta prendendo l’onere di fare l’andatura.

12.38 Cresce nuovamente il margine che separa la testa della corsa dal gruppo, ora distante di oltre un minuto.

12.36 15 km al secondo traguardo intermedio di giornata.

12.31 Il gruppo si porta sotto i 40″ di distacco, sebbene la velocità d’andatura superi di poco i 40 km/h.

12.29 Cinquanta chilometri all’arrivo, rimane stabile la situazione di corsa.

12.24 Andatura che non sale di tono nel gruppo, il quale romperà gli indugi probabilmente intorno ai -20 km.

12.21 Il distacco del gruppo oscilla continuamente tra 45″ e 1′.

12.18 Ricapitoliamo i nomi dei cinque atleti in testa alla corsa: Jonas Rickaert, Henri Uhlig (Alpecin-Deceuninck), Eddy Finé (Cofidis), Juan Pedro Lopez (Lidl-Trek), Marco Murgano (Team Corratec-Vini Fantini).

12.15 60 km al traguardo

12.12 Mancano 35 km al traguardo intermedio posto nei pressi della Sorbonne University Abu Dhabi.

12.08 Il plotone procede in fila indiana, sebbene l’andatura non sia così incalzante.

12.04 Ora il gruppo ha abbassato ancor di più il ritmo. Non c’è molta voglia di spendere energie, considerando che i cinque battistrada saranno facilmente raggiungibili nel finale.

12.02 70 km alla fine della corsa.

11.59 Non cambia la situazione di gara, distacco del gruppo che rimane sulla cinquantina di secondi.

11.56 Davanti il ritmo della testa della corsa si sta plafonando. Il gruppo chilometro dopo chilometro si sta riavvicinando, senza aver accelerato l’andatura.

11.52 Il plotone si riporta sotto il minuto di distacco dai cinque battistrada.

11.49 80 km all’arrivo.

11.44 Distacco del gruppo che lievita di una quindicina di secondi.

11.41 Ricapitoliamo i nomi dei cinque fuggitivi: Jonas Rickaert, Henri Uhlig (Alpecin-Deceuninck), Eddy Finé (Cofidis), Juan Pedro Lopez (Lidl-Trek), Marco Murgano (Team Corratec-Vini Fantini).

11.36 Novanta chilometri al traguardo.

11.34 Situazione che non cambia, il gruppo rimane staccato di circa un minuto dai cinque battistrada.

11.30 Velocità media di corsa che è scesa sui 47 km/h.

11.27 Il gruppo ora si trova a un minuto dal quintetto di testa.

11.23 100 km al traguardo.

11.22 C’è il ricongiungimento di Rickaert e Uhlig sul terzetto di testa, ora la fuga è composta da cinque elementi.

11.21 Uhlig e Rickaert si sono messi in scia ai tre battistrada, ma anche il gruppo principale ha guadagnato molto in questa fase, visto che ora il distacco dalla testa è sceso a 1’30”.

11.19 Il vento sta aumentando d’intensità, 15 km/h la velocità registrata ora.

11.17 Il distacco di Rickaert e Uhlig dalla testa della corsa è di una quarantina di secondi.

11.13 Ecco il risultato del primo sprint intermedio di giornata.

1 LÓPEZ Juan Pedro 8 3”
2 MURGANO Marco 5 2”
3 FINÉ Eddy 3 1”

11.11 Rickaert e Uhlig si portano a meno di un minuto di distacco dalla testa della corsa.

11.10 110 km al traguardo.

11.08 Tre chilometri allo sprint intermedio posto nel circuito di Yas Marina.

11.05 I due corridori dell’Alpecin-Deceuninck sono distanti di 1’30” circa dai tre battistrada, mentre il gruppo ha perso una trentina di secondi abbondanti.

11.02 Altro tentativo d’attacco nel gruppo, ora ci provano il belga Jonas Rickaert e il tedesco Henri Uhlig, entrambi alfieri dell’Alpecin-Deceuninck.

11.01 8 km al traguardo intermedio di Yas Marina.

10.59 L’azione dei due belgi viene immediatamente neutralizzata dal plotone principale.

10.58 Fabio Van Den Bossche (Alpecin-Deceuninck) e Gijs Van Hoecke (Intermaché-Wanty) provano a scappare dal gruppo.

10.57 Il gruppo ha già mangiato un minuto abbondante sui tre fuggitivi.

10.56 E’ addirittura Tim Merlier l’uomo che si sta facendo carico di riportare il gruppo sulla testa della corsa.

10.54 Nel gruppo in molti provano ad evadere dal plotone principale per andare all’inseguimento dei tre battistrada.

10.50 Il gruppo ora prova ad accelerare il suo passo, visto che i tre fuggitivi si sono portati sui 3′ di vantaggio.

10.49 Venti chilometri al primo traguardo volante situato nel Circuito di Yas Marina.

10.48 Velocità media che in questi primi minuti di gara si aggira sui 50 km/h.

10.45 C’è un vento leggero che spira verso ovest, il quale potrebbe dare qualche grattacapo agli atleti.

10.44 130 km al traguardo.

10.42 Juan Pedro Lopez aveva un distacco da Vine di 1’12” prima della tappa odierna. Stando così le cose, lo spagnolo scalzerebbe l’australiano in vetta alla classifica generale.

10.40 Il gruppo al momento non vuole provare a riprendere i tre fuggitivi, i quali vantano già un margine di un minuto sul resto della compagnia.

10.36 Subito tre corridori tentano un attacco, si tratta di Eddy Finé (Cofidis), Juan Pedro Lopez (Lidl-Trek) e l’azzurro Marco Murgano (Team Corratec-Vini Fantini).

10.35 SI PARTE!

10.33 Il gruppo è ancora in viaggio verso il chilometro zero, punto in cui inizierà ufficialmente la gara.

10.30 I primi 5,5 km di questa tappa saranno neutralizzati.

10.28 I corridori hanno iniziato il loro avvicinamento al chilometro zero.

10.27 Arriva la prima non partenza di giornata, quella del veterano Mark Cavendish. Il britannico dell’Astana Qazaqstan Team ha deciso di non prendere parte alla tappa odierna.

10.25 Prima delle ultime due tappe, il leader della classifica generale è l’australiano Jay Vine. In contumacia del ritiro di Adam Yates, l’oceanico ha preso in mano il grado di capitano del Team UAE, e ora guida la graduatoria generale con un margine sul connazionale Ben O’Connor di 11″ e sul compagno di squadra Brandon McNulty di 13″. Tutto si deciderà domani nell’ultima tappa, la quale presenterà nel finale una salita dal 7% di media che deciderà le sorti su chi vincerà questo UAE Tour.

10.20 I grandi favoriti per il successo di tappa sono ovviamente Tim Merlier e Olav Kooij. Il belga della Soudal-Quick Step ha già messo a referto due vittorie in quest’avventura negli Emirati Arabi Uniti, ma nell’ultima tappa disputata il classe 1992 è stato scalzato dal neerlandese del Team Visma | Lease a Bike. Simone Consonni e Elia Viviani vorranno provare a partecipare alla lotta per il successo, anche se il compito non sarà facile da svolgere vista la presenza anche di Dylan Groenewegen (Jayco-AlUla), Kaden Groves (Alpecin-Deceuninck) e Fabio Jakobsen (Team DSM-Firmenich PostNL).

10.15 Penultimo appuntamento con l’edizione in corso dell’UAE Tour. Frazione che presenta un percorso totalmente pianeggiante, il quale farà gola ai velocisti. Due i traguardi volanti posti lungo i 138 km previsti nella tappa odierna: il primo è situato in zona del Yas Marina Circuit, teatro dell’epilogo del Mondiale di Formula Uno. Il secondo invece si trova nei pressi della Sorbonne University Abu Dhabi, dopo il quale seguirà un breve dente che rappresenta l’unica asperità di giornata.

10.10 Amici di OA Sport, buongiorno e ben ritrovati alla Diretta LIVE della sesta tappa dell’UAE Tour 2024, breve corsa a tappe in programma negli Emirati Arabi Uniti diventata un appuntamento fisso che anticipa le prime grandi classiche della stagione.

Buongiorno amici di OA Sport e benvenuti alla Diretta LIVE della sesta tappa dell’UAE Tour 2024, breve corsa a tappe in programma negli Emirati Arabi Uniti diventata un appuntamento fisso che anticipa le prime grandi classiche della stagione. Ultima chance per i velocisti quella che si presenterà quest’oggi: in attesa del gran finale programmato per la giornata di domani, nella mattinata odierna andrà in scena un’altra frazione in pianura che favorirà gli sprinter nella corsa al successo.

Percorso odierno che per dislivello ricalca quelli visti in questa settimana nello stato mediorientale. Il tracciato, lungo 138 km, si svilupperà nei dintorni di Abu Dhabi, la capitale del paese emiratino: si partirà dal Louvre Abu Dhabi Museum e, dopo pochi chilometri, si entrerà nel Yas Marina Circuit, da anni teatro dell’epilogo del Mondiale di Formula 1. L’unica asperità prevista sarà un dente presente subito dopo aver passato il traguardo volante posto nei pressi della Sorbonne University Abu Dhabi.

Nella tappa andata in scena nella giornata di ieri, il neerlandese Olav Kooij ha strappato il successo nello sprint di Umm Al Quwain. L’alfiere del Team Visma | Lease a Bike ha preceduto Tim Merlier, vincitore di due frazioni in questo UAE Tour. I due nomi sopracitati sono i favoriti per il successo: outsider per la vittoria sono Dylan Groenewegen (Jayco-AlUla), Kaden Groves (Alpecin-Deceuninck) e Fabio Jakobsen (Team DSM-Firmenich PostNL). L’Italia affida le proprie speranze a Simone Consonni (Lidl-Trek) ed Elia Viviani (INEOS-Grenadiers).

OA Sport vi offre la Diretta LIVE della sesta tappa dell’UAE Tour 2024, breve corsa a tappe in programma negli Emirati Arabi Uniti dal 19 al 25 febbraio, il cui via è programmato per le ore 10.30. Non perdetevi neanche un minuto della tappa con la nostra Diretta LIVE, vi aspettiamo!