Seguici su

Atletica

Atletica, Mattia Furlani vola nello spazio: record italiano, primo al mondo! Misura da brividi, battuto Howe

Pubblicato

il

Mattia Furlani
Furlani / Grana/FIDAL

Mattia Furlani ha firmato il nuovo record italiano indoor di salto in lungo. Un’impresa mirabolante che si è materializzata al PalaCasali di Ancona per mano del fuoriclasse laziale, capace di un magico balzo da 8.34 metri. Il fresco 19enne (ha spento le candeline dieci giorni fa) ha tuonato al quarto balzo in occasione dei Campionati Italiani Indoor di atletica leggera, superando di quattro centimetri il mitico primato al coperto che Andrew Howe deteneva dal 4 marzo 2007 (8.30 a Birmingham, in occasione del suo sigillo agli Europei in sala). Il primato era già stato superando al primo assalto con un superbo 8.31.

Si tratta di una misura da brividi e che porta con sè un’infinità di dati: record mondiale juniores al coperto, secondo salto di sempre per un under 20 (a un centimetro dal primato mondiale outdoor detenuto dal russo Sergey Morgunov) e miglior prestazione mondiale stagionale (ha pareggiato il giamaicano Wayne Pinnock). Ora il record italiano all’aperto è distante tredici centimetri (sempre Andrew Howe, con l’8.47 che il 30 agosto 2007 gli valse l’argento ai Mondiali di Osaka).

Si tratta di una progressione strepitosa per il Campione d’Europa Under 20, che vantava come personale in sala gli 8.08 metri saltati un paio di settimane fa a Stoccolma e che invece all’aperto si era spinto a 8.24 metri lo scorso anno in occasione della vittoria al Meeting di Hengelo (ma non va dimenticato il roboante 8.44 ventoso di Savona).

Mattia Furlani ha eguagliato proprio quegli 8.24 metri in occasione del secondo tentativo nel capoluogo marchigiano (dopo l’8.31 in apertura), poi è arrivato un 8.03 al terzo assalto e poi ha stampato l’8.34 da leggenda. A seguire ha passato la quinta prova e ha chiuso con un nullo. Lo stato di forma è davvero strepitoso per il nostro portacolori, che ora può guardare con enorme ottimismo ai Mondiali Indoor, in programma a Glasgow (Gran Bretagna) dal 1° al 3 marzo. Alle sue spalle Geovany Paz Soto (7.65) e Mohamed Reda Chahboun (7.49).