Seguici su

Ciclismo

Ciclocross, Mondiali 2024: le speranze di medaglia dell’Italia. Stefano Viezzi riferimento della spedizione

Pubblicato

il

Stefano Viezzi

L’appuntamento che chiude la stagione 2023-2024 del ciclocross sono i Mondiali: nella splendida location ceca di Tabor si svolgerà la rassegna a cui prenderanno parte tutti i protagonisti globali di questa splendida disciplina dopo una stagione intensa di Coppa del Mondo cominciata a metà ottobre.

L’uomo più atteso sarà senza ombra di dubbio Stefano Viezzi: il friulano è fresco vincitore della Coppa del Mondo juniores, vincendo domenica scorsa l’ultima tappa di Hooghereide. Un trionfo costruito vincendo tre delle sei tappe previste nel massimo circuito internazionale, battendo la difficile concorrenza di Aubin Sparfel. Tra gli juniores sarà indubbiamente tra i favoriti e ai Mondiali l’obiettivo non sarà solo il podio, ma la medaglia d’oro.

Speranze fondate di medaglia l’Italia che ci saranno anche tra le under 23 al femminile: Federica Venturelli e Valentina Corvi sono passate alle categorie superiori quest’anno dopo aver fatto molto bene tra le juniores e, nella classe mediana, possono provare a recitare un ruolo da grandi protagoniste. Venturelli ha raccolto un 21esimo posto in Coppa del Mondo tra le grandi a Benidorm, mentre Corvi è arrivata sesta in Val di Sole sempre in Coppa del Mondo.

Molto attesa anche Sara Casasola, che per tutta la stagione ha ottenuto buoni risultati, mostrando una buona costanza e spiccando soprattutto per il podio agli Europei. Tra gli élite uomini ci saranno invece Gioele Bertolini e Filippo Fontana, anche se appare difficile poter pensare in un risultato in top 10, nonostante le assenze pesanti di Wout Van Aert e Tom Pidcock.

Foto: Alberto Brevers/Pacific Press/Sipa USA