Seguici su

Biathlon

Biathlon, nella Coppa del Mondo femminile paga il “compromesso Tandrevold”. Lisa Vittozzi è però pienamente in corsa

Pubblicato

il

Lisa Vittozzi

Durante la pausa natalizia, si era parlato di una “lotta a quattro più due” per la Coppa del Mondo femminile di biathlon. Archiviato il trittico O-R-A, la situazione resta la medesima, seppur con le carte rimescolate. Cambia la forma, non la sostanza.

Ingrid Tandrevold (719), Justine Braisaz-Bouchet (689) e Lisa Vittozzi (671) sono sempre in bagarre, ma Julia Simon (662) ed Elvira Öberg (602) si sono scambiate di ruolo. Le quotazioni della francese sono cresciute prepotentemente nel mese di gennaio, mentre quelle della svedese sono colate a picco.

Inoltre, Lou Jeanmonnot ha sostituito la cagionevole Franziska Preuss nel ruolo di dark horse. Guai a sottovalutare la più giovane delle tre transalpine citate. Senza il malanno patito in concomitanza della tappa di Lenzerheide, sarebbe lì con le prime quattro. Ovviamente recuperare è, per lei, molto difficile. Cionondimeno merita di essere menzionata quale estrema outsider nella corsa alla Sfera di cristallo.

Classifica Coppa del Mondo biathlon femminile 2023-2024: Lisa Vittozzi è terza a -48 da Tandrevold

Una corsa ancora tutta da disputare e aperta a qualsiasi soluzione. (Ri)comincerà il 29 febbraio e terminerà il 17 marzo. Allo scopo di comprenderla al meglio, viene riproposto lo schema relativo alla precisione al poligono e alla competitività sugli sci stretti di ognuna delle sei protagoniste.

La percentuale indicata è quella complessiva al poligono. I numeri fra parentesi indicano la posizione nella classifica dei tempi sugli sci. Vengono tenute in considerazione sono le competizioni con partenza a intervalli (Individuale e Sprint). Non fanno testo quelle in linea (inseguimento e mass start), le cui dinamiche non possono dare una reale dimensione del valore dell’atleta in quella giornata.

TANDREVOLD Ingrid
Precisione: 87,4%
Tempi sugli sci: 4 – 3 – 3 – 3 – 3 – 2 – 3

BRAISAZ-BOUCHET Justine
Precisione: 82,2%
Tempi sugli sci: 2 – 5 – 4 – 2 – 1 – 4 – 9

VITTOZZI Lisa
Precisione: 93,0%
Tempi sugli sci: 5 – 19 – 8 – 4 – 9 – 11 – 13

SIMON Julia
Precisione: 87,0%
Tempi sugli sci: 8 – 14 – 14 – 6 – 8 – 8 – 2

ÖBERG Elvira
Precisione: 83,5%
Tempi sugli sci: 1 – 1 – 2 – 5 – 2 – 3 – 21

JEANMONNOT Lou
Precisione: 94,0%
Tempi sugli sci: 12 – 9 – 11 – DNS – 18 – 10 – 10

Insomma, chi è più incisiva sugli sci spara peggio di altre. Chi ha percentuali elevatissime, è in relativo affanno nel fondo. Forse non è un caso che in testa alla classifica ci sia proprio Tandrevold, la quale rappresenta una sorta di compromesso tra le due componenti del biathlon.

Foto: La Presse