Seguici su

Sci di fondo

Sci di fondo: Svezia trionfale nella staffetta femminile a Gaellivare

Pubblicato

il

Ebba Andersson

Trionfo totale per Svezia I nella staffetta femminile 4×7.5 km in scena a Gaellivare. Nella loro patria, per Moa Lundgren, Emma Ribom, Ebba Andersson e Moa Ilar arriva un successo molto chiaro, con il tempo totale di 1:20’19″3, maturato soprattutto con le frazioni a tecnica libera.

Al secondo posto, e dopo una rincorsa importante, Germania I (Laura Gimmler, Katharina Hennig, Pia Fink, Victoria Carl) a 13″5. Completano il podio gli Stati Uniti (Jessie Diggins, Rosie Brennan, Sophia Laukli, Julia Kern) a 27″5. Grande delusa è la Norvegia, quarta a 1’40″4 con Heidi Weng, Margrethe Bergane, Anne Kjersti Kalvaa e Lotta Udnes Weng.

La gara vive su un forcing praticamente immediato di USA, Norvegia e Svezia in prima frazione: Diggins, Heidi Weng e Lundgren se ne vanno lasciando subito distacchi siderali alle spalle, con la terza che poi si stacca di 10 secondi dalle altre due al cambio. La fuga prova a portarla via Brennan, che in seconda frazione rifila quasi 20 secondi a Germania e Svezia, con crollo di Bergane per la Norvegia che finisce a oltre 40 a metà gara.

LIVE Sci di fondo, Staffetta 4×7,5 km Gallivare 2023 in DIRETTA: azzurri per un risultato a sorpresa

In tecnica libera, però, le cose cambiano notevolmente: prima insieme a Fink e poi da sola, Andersson s’incarica dell’inseguimento nei confronti di Laukli, che viene raggiunta e poi superata all’approccio dell’ultimo cambio al km 22.5. Kalvaa non riesce a rimontare e resta a quasi un minuto, determinando il fatto che la Norvegia, quest’oggi, non è un fattore. Tocca a Ilar mettere il turbo: Kern non tiene il ritmo, recupera invece benissimo Carl che raggiunge e poi stacca l’americana nel finale per agguantare la seconda posizione e il primo podio tedesco della stagione.

Quinto posto per Svezia II (Sofia Henriksson, Maerta Rosenberg, Lisa Ingesson, Louise Lindstroem) a 4’03″2, sesta la staffetta FIS Italia-Polonia (Caterina Ganz, Anna Comarella, Francesca Franchi, Izabela Marcisz) a 4’19″9. Chiudono la competizione Germania II (Coletta Rydzek, Helen Hoffmann, Lisa Lohmann, Katherine Sauerbrey) a 5’07″6 e una Finlandia senza Parmakoski (Jasmi Joensuu, Rebecca Immonen, Riitta-Liisa Roponen, Vilma Ryytty) a 5’10″7. Finisce a distanza siderale il Kazakistan (Kseniya Shalygina, Kamila Makhmutova, Nadezhda Stepashkina, Anna Melnik).

Foto: LaPresse