Seguici su

Sci Alpino

Sci alpino, Shiffrin fa il vuoto nella prima manche a Lienz. Brignone in corsa per il podio

Pubblicato

il

Mikaela Shiffrin ipoteca la vittoria nel gigante di Lienz. Con una prestazione sontuosa l’americana si è portata al comando di una prima manche davvero complicata. Tracciato difficile e soprattutto neve insidiosa e che ha dato numerosi problemi alle atlete, che hanno fatto davvero fatica a trovare il feeling, probabilmente anche con i materiali. L’unica a non aver risentito di nulla è stata proprio Shiffrin, che ha fatto la differenza soprattutto nella parte centrale, dove ha costruito la sua leadership.

In seconda posizione c’è la svedese Sara Hector, che ha accusato un ritardo di 63 centesimi da Shiffrin. Un distacco accumulato tutto nei primi due intermedi, visto che poi Hector era riuscita anche a guadagnare qualcosa sull’americana nel tratto finale. Il distacco sale oltre il secondo già dal terzo posto della norvegese Ragnhild Mowinckel (+1.03), che si rivede nelle posizioni di vertice in gigante. Tanta fatica anche per la leader della classifica di specialità, Lara Gut-Behrami, che ha concluso in quarta posizione con addirittura 1.49 di ritardo dalla vetta.

Un grave errore ha compromesso la prima manche di Federica Brignone. La valdostana ha sbagliato in maniera vistosa, finendo ampiamente fuori di linea e accusando un distacco di 1.63 da Shiffrin. L’azzurra è quinta a pari merito con la neozelandese Alice Robinson. Il podio non è comunque troppo distante per Brignone, anche se servirà una super rimonta come già accaduto a Tremblant. Va comunque detto che Federica, rispetto alle altre, ha fatto un errore e quindi poteva essere molto vicina a Hector.

Molto brava la francese Clara Direz, che è settima con il pettorale 21 ad 1.70 da Shiffrin. La transalpina ha preceduto la canadese Valerie Grenier (+1.71) e la norvegese Mina Fuerst Holtmann (+1.73). Completa la Top-10 Sofia Goggia (+1.76), che ha commesso subito un grave errore sul primo dosso, trovando poi dei buoni passaggi. La bergamasca è comunque in piena corsa per provare ad ottenere ancora un bel piazzamento in gigante. Purtroppo prosegue il momento negativo di Marta Bassino, che è scivolata nelle reti dopo poche porte. Un inizio di stagione da dimenticare per la piemontese, che spera in un’inversione di rotta con il nuovo anno.

Un buonissimo risultato di squadra comunque per l’Italia, visto che anche altre quattro azzurre parteciperanno alla seconda manche. Elisa Platino è ventunesima (+2.63), Ventitreesime a pari merito Asja Zenere e Roberta Melesi (+2.64), ma quest’ultima è stata sfortunatissima a perdere un bastoncino a metà pista. Prima qualificazione in carriera in gigante per Lara Della Mea, trentesima a 3.15. Non è riuscita ad entrare tra le trenta Laura Pirovano (49ma, +4.51).

Foto: LaPresse