Seguici su

Sci Alpino

Sci alpino, Sarrazin fa sognare la Francia nella prima prova a Bormio. Ben 5 italiani in top15

Pubblicato

il

Cyprien Sarrazin

La tappa di Bormio si è aperta ufficialmente stamattina con il primo training ufficiale verso la discesa libera di giovedì 28 dicembre valevole per la Coppa del Mondo maschile 2023-2024 di sci alpino. La prima delle due prove cronometrate, anticipata di un’ora per tutelare il manto nevoso in vista delle gare, ha consentito agli atleti di prendere confidenza con la Stelvio in attesa di fare davvero sul serio tra giovedì e venerdì con la discesa ed il SuperG.

Il miglior tempo di giornata è stato siglato col pettorale 23 da Cyprien Sarrazin, che si conferma dunque in grande crescita in velocità dopo i due quarti posti della Val Gardena sulla Saslong. Il 29enne transalpino ha completato la discesa in 1’52″77, rivelandosi competitivo in tutte le sezioni della pista e fornendo dei segnali molto incoraggianti in vista delle gare. Ricordiamo che la Francia non vince in discesa libera dal 2015 (a Santa Caterina) con Adrien Theaux, dopo aver sfiorato il successo in diverse occasioni negli ultimi anni.

Seconda posizione a 41 centesimi dalla vetta per l’americano Ryan Cochran-Siegle, estremamente veloce nella seconda metà della Stelvio con due settori record dopo aver lasciato sul piatto oltre mezzo secondo nel terzo tratto. Molto bene il migliore degli azzurri Mattia Casse, in terza piazza a 49 centesimi dal leader con una prestazione convincente e solida dall’inizio alla fine, precedendo nell’ordine lo statunitense Jared Goldberg (+0.97), l’emergente canadese Cameron Alexander (+1.04) ed il tedesco Simon Jocher (+1.36).

Sci alpino, risultati e classifica prima prova discesa Bormio: 4 italiani in top10, si rivede Franzoni

Italia pimpante nella tappa di casa anche con Dominik Paris, 7° a 1.37 da Sarrazin senza forzare fino in fondo dopo il fantastico trionfo di dieci giorni fa in Val Gardena, e con i sorprendenti Nicolò Molteni e Pietro Zazzi, rispettivamente ottavo e nono a 1.40 e 1.48 dal miglior crono con pettorali altissimi.

Restano comunque in agguato i big Marco Odermatt e Aleksander Aamodt Kilde, 10° e 11° a un secondo e mezzo dalla testa, mentre l’austriaco Marco Schwarz si è collocato in 24ma posizione a 2.29. Ecco i risultati degli altri azzurri: un ottimo Giovanni Franzoni 13° a 1.72, Christof Innerhofer 20° a 2.09, Florian Schieder 28° a 2.51, Giovanni Borsotti 34° a 2.99, Guglielmo Bosca 35° a 3.12, Benjamin Jacques Alliod 54° a 4.48.

Foto: Lapresse