Seguici su

Sci Alpino

Sci alpino, Paris ci riprova sulla Stelvio: “Riparto da zero, può succedere di tutto”; Casse: “Devo fidarmi sul ghiaccio”

Pubblicato

il

Dominik Paris

Finito nell’album dei ricordi il secondo training della discesa maschile di Bormio, Coppa del Mondo di sci alpino 2023-2024. Sulla “Stelvio“, il migliore è stato il norvegese Aleksander Aamodt Kilde che ha ottenuto il crono di 1’52″26 a precedere di 0″32 lo svizzero Nils Hintermann e di 0″37 il canadese Cameron Alexander, con il francese Cyprien Sarrazin autore del quarto tempo (+0″38) e ieri in evidenza con il miglior riscontro nella prima prova cronometrata.

In casa Italia, il migliore è stato Mattia Casse, che ha concluso in decima posizione a 1″01 da Kilde, vicinissimo allo svizzero Marco Odermatt (+0″96). “E’ una Stelvio davvero esigente, ghiacciata. Mi sto trovando sempre meglio, sono in fiducia. Ora l’obiettivo è fidarmi sempre più della mia entrata in curva, anche in condizioni ghiacciate. Domani sarà una gara tirata, siamo in tanti a sciare bene”, le sue parole (Fonte: FISI).

Grandi attese ci sono per Dominik Paris che, a segno sulla Saslong in Val Gardena, vorrebbe replicare a Bormio, su un tracciato che ama particolarmente (sette vittorie, di cui sei in discesa). L’altoatesino ha concluso 25° la seconda prova cronometrata a 2″25 dalla vetta: “La pista è sempre tosta, anche con queste temperature. La vittoria in Val Gardena ha dato tanta fiducia, ma domani sarà un’altra storia, si riparte da zero. Ci sarà da attaccare: su una pista così può succedere di tutto”, le considerazioni dello sciatore italiano (Fonte: FISI).

Per quanto riguarda il resto della truppa tricolore, da segnalare Giovanni Franzoni che ha fatto siglare il tredicesimo tempo assoluto, saltando però un porta (+1″61) e il diciannovesimo posto per Florian Schieder che ha accusato 2″03 da Kilde.

Foto: LaPresse