Seguici su

Sci Alpino

Sci alpino, Dominik Paris agevolato dalla doppia cancellazione a Beaver Creek? Birds of Prey mai amata… E se si recupera a Bormio…

Pubblicato

il

Dominik Paris

Il maltempo continua a imperversare e a complicare lo svolgimento della Coppa del Mondo 2023-2024 di sci alpino. Dopo la doppia cancellazione di Zermatt/Cervinia, anche a Beaver Creek non si sono disputate le due discese libere originariamente in programma. In sostanza gli uomini jet non sono ancora riusciti a esibirsi in questo avvio di stagione: quattro dischi neri su quattro eventi eventi, complicando il calendario della velocità e costringendo anche a un tour de force per effettuare tutti i recuperi. Si dovrebbe gareggiare il 14 dicembre in Val Gardena, sperando che ci siano le condizioni ideali per presentarsi al cancelletto di partenza.

Dominik Paris potrebbe anche essere agevolato dalla doppia cancellazione in terra statunitense, perché nel corso della propria carriera non ha mai dimostrato un grande feeling con la Birds of Prey. La pista americana non è mai stata particolarmente amata dallo sciatore italiano, che nelle discese disputate su questo tracciato ha ottenuto risultati al di sotto delle proprie qualità: quarto posto nel 2014; quinta piazza nel 2012, 2017, 2021; nono nel 2013; undicesimo nel 2019; dodicesimo nel 2018; ventesimo nel 2022; 49mo nel 2011. In superG vanta invece un podio (terzo nel 2018) e il quinto posto nel 2014, per il resto non è mai stato meglio di decimo.

Una discesa potrebbe essere recuperata a Bormio subito dopo Natale e la pista Stelvio risulta particolarmente gradita a Dominik Paris, che in Valtellina ha infatti vinto ben sette volte (sei in discesa e una in superG). Dominik Paris cerca di conquistare l’ambita Coppa del Mondo di specialità per entrare nel mito della discesa tricolore.

Foto: Lapresse