Seguici su

Sci Alpino

Sci alpino, Anguenot si impone nel secondo gigante di Coppa Europa sulle nevi di casa. 7° Talacci

Pubblicato

il

Giovanni Franzoni

Leo Anguenot si impone in casa nel secondo gigante consecutivo sulle nevi di Valloire (Francia) valevole per la Coppa Europa di sci alpino maschile 2023-2024. Il transalpino, che si sta già facendo conoscere anche nel circuito maggiore, trova la seconda vittoria stagionale tra le porte larghe e balza così al comando della classifica di specialità e di quella generale. Il migliore degli italiani è Simon Talacci, che dopo il magnifico secondo posto di ieri si conferma e arpiona una significativa 7a posizione. 

Si doveva gareggiare in Coppa Europa anche tra le ragazze, con un superG previsto in Italia, ma la forte nevicata e il vento che soffiava al Passo San Pellegrino hanno costretto gli organizzatori a cancellare la gara. In terra francese invece nessun problema, con Anguenot che complessivamente è risultato il più forte, mettendo a segno il secondo tempo in entrambe le manche. Il suo successo arriva con un totale di 2’35″39, 82 centesimi meglio del danese Christian Borgnaes, oggi secondo dopo la vittoria di ieri. Il podio è completato dal transalpino Flavio Vitale (+2.04), autore di una poderosa rimonta nella seconda manche scalando ben 15 posizioni e passando dalla provvisoria 18° piazza al 3° posto definitivo.

Quarta posizione per il lituano Andrej Drukarov (+2.05), che si ferma ad appena un centesimo dal podio; i nomi alla fine sono gli stessi di ieri, con il quinto posto del tedesco Jonas Stockinger (+2.21). Sesta posizione per lo svizzero Fadri Janutin a +2.40, che precede come detto il primo italiano, Simon Talacci. Il giovane azzurro si conferma così ad alti livelli, e ora sarà un nome da tenere in considerazione per il futuro del gigante italiano. La top-10 è completata poi all’8° e al 10° posto dai  norvegese Fredrick Moeller e Eirik Hystad Solberg, e tra loro si è inserito l’austriaco Joshua Sturm.

Si vedono sprazzi di luce anche da Giovanni Franzoni, sceso in Coppa Europa per mettere chilometri di gare nelle gambe dopo il rientro dall’infortunio. Il classe 2001 partiva con il pettorale 56, e dopo una prima manche chiusa in 29a piazza ha piazzato il 5° tempo nella seconda parte di gara per rimontare undici posizioni e chiudere diciottesimo (+3.36). Lontani gli altri azzurri dalla zona punti, con il terzo italiano al traguardo che è Edoardo Saracco (36° a +5.90).

FISI/Pentaphoto