Seguici su

Basket

NBA, i risultati della notte (8 dicembre): sconfitte per Gallinari e Fontecchio. Vittoria a sorpresa di Houston, bene Minnesota

Pubblicato

il

Karl-Anthony Towns

In attesa di scoprire chi vincerà l’In-Season Tournament (nella notte tra sabato e domenica alle 2:30 ci sarà l’ultimo atto tra Los Angeles Lakers e Indiana Pacers), si sono disputate nelle scorse ore addirittura tredici partite valide per la regular season e lo spettacolo non è sicuramente mancato. Ecco tutto quello che è successo.

Philadelphia fa la differenza nell’ultimo quarto contro Atlanta e si va a prendere la vittoria per 125-114. Da segnalare in casa 76ers i 38 punti e 14 rimbalzi di uno scatenato Joel Embiid e i 30 d Tyrese Maxey. Non servono invece a nulla agli Hawks (senza Trae Young) i 24 di De’Andre Hunter e i 20 a testa per Dejounte Murray e Bogdan Bogdanovic.

Tutto facile per Orlando, che batte nettamente Detroit per 123-91 e torna al successo dopo due sconfitte consecutive. Fondamentali per i Magic i 27 punti di Franz Wagner, i 24 di Paolo Banchero e i 16 dalla panchina di Cole Anthony, mentre ai Pistons, al loro 18° ko di fila (il 20° totale in 22 partite), non bastano i 21 punti di Cade Cunningham e i 16 di Killian Hayes.

Charlotte sorpassa Toronto a 3′ dalla fine e poi, nonostante qualche difficoltà, non si fa più superare e conquista dunque il successo per 119-116. Decisivi per gli Hornets i quattro giocatori con 20 o più punti a referto, ovvero Gordon Hayward (24), Miles Bridges (22), Terry Rozier (21) e Brandon Miller (20). Dall’altra parte sono inutili i 31 punti, 10 rimbalzi e 10 assist di uno straordinario Scottie Barnes e i 25 di Pascal Siakam.

Boston prende il largo nei due quarti centrali contro New York (76-63) e poi gestisce il vantaggio fino alla fine, vincendo per 133-123. Sugli scudi per i Celtics soprattutto Derrick White con ben 30 punti, Jayson Tatum con 25 e Kristaps Porzingis con 21. Ininfluenti per i Knicks i 23 a testa di Jalen Brunson e RJ Barrett e i 20 di Julius Randle.

Bene Brooklyn, che annienta Washington con un nettissimo 124-97 e conquista la terza vittoria consecutiva. A fine partita il top scorer è Mikal Bridges con i suoi 21 punti, ma in casa Nets sono molto importanti anche i 17 di Cam Thomas e le doppie doppie di Day’Ron Sharpe (15 punti e 11 rimbalzi) e Nic Claxton (13 punti e 15 rimbalzi). Per i Wizards, alla loro 18ma sconfitta stagionale, non sono invece abbastanza i 17 di Kyle Kuzma e i 15 di Deni Avdija, in una serata in cui Danilo Gallinari è spento e mette a referto appena 4 punti (2-9 dal campo), 2 rimbalzi e un assist in 19 minuti di gioco. 

Serve un overtime per decidere la sfida tra Oklahoma e Golden State. Alla fine a spuntarla sono i Thunder, grazie a un tempo supplementare giocato decisamente meglio e terminato con il punteggio di 138-136. Fondamentali per Oklahoma i 38 punti di uno scatenato Shai Gilgeous-Alexander, i 28 di Jalen Williams e i 21 di Chet Holgren (autore del 3/3 dalla lunetta a 8” dalla fine del tempo regolamentare che ha permesso ai City Thunder di andare all’overtime), mentre per i Warriors non sono sufficienti i 34 punti, di cui 10 soltanto nell’overtime, di Steph Curry, i 24 punti e 12 rimbalzi di Jonathan Kuminga e i 22 di Klay Thompson.

Minnesota vince tutti i quattro quarti contro Memphis e si impone per 127-103, ottenendo la 17ma affermazione in stagione. Molto bene in casa Timberwolves Karl-Anthony Towns, Troy Brown Jr. e Rudy Gobert: il primo realizza 24 punti, il secondo mette a referto 20 punti e Gobert chiude con 16 punti e 20 rimbalzi. Dall’altra parte non servono a nulla i 21 di Jaren Jackson Jr.

Cleveland prende il largo nei due quarti centrali contro Miami (71-50) e poi gestisce il vantaggio fino al 111-99 finale. Al termine della partita il migliore realizzatore tra le fila dei Cavaliers è Donovan Mitchell con 27 punti (oltre ai 13 rimbalzi), ma sono molto importanti anche i 18 di Darius Garland. Inutili invece per gli Heat i 17 a testa di Kyle Lowry e Josh Richardson.

Chicago fa la differenza negli ultimi due periodi sul campo di San Antonio (69-49) e vince per 121-112. Decisivi per i Bulls i 24 punti di Cody White, i 21 di Nikola Vucevic e i 20 a testa di Patrick Williams e DeMar DeRozan. Per gli Spurs invece non sono abbastanza i 21 punti, 20 rimbalzi  e 4 stoppate di un incredibile Victor Wembanyama e i 20 di Keldon Johnson.

Continua poi la buonissima stagione di Sacramento, che sconfigge in trasferta Phoenix per 114-106 e ottiene il 12° successo in regular season. Sugli scudi per i Kings il solito De’Aaron Fox, autore di 34 punti, ma vanno segnalati anche i 15 punti e 17 rimbalzi di Domantas Sabonis. Dall’altra parte sono ininfluenti i 28 di Devin Booker e i 19 di Eric Gordon.

Impresa di Houston, che gioca un grande match sul campo di Denver e si impone a sorpresa per 114-106. A fine partita il top scorer per i Rockets è Fred VanVleet con 26 punti, seguito da Jalen Green con 25. Per i Nuggets il migliore è invece il solito Nikola Jokic con i suoi 23 punti e 16 rimbalzi, che però stavolta non bastano per evitare la sconfitta.

Dallas prende un buonissimo margine di vantaggio nel primo quarto (37-22) sul parquet di Portland e poi resta avanti fino al 125-112 finale. Fondamentali per i Mavericks i 32 punti e 10 assist di Luka Doncic, i 23 di Dante Exum e i 20 di Tim Hardaway Jr., mentre ai Trail Blazers non servono a niente i 30 punti di Anfernee Simons e i 24 di Shaedon Sharpe.

Infine, i Los Angeles Clippers sfruttano un magnifico Kawhi Leonard per battere Utah per 117-103. Il numero 2 della franchigia californiana mette infatti a referto addirittura 41 punti e trascina i compagni all’11° successo in stagione. In casa Clippers bene poi anche Paul George con 20 punti, mentre dall’altra parte non sono sufficienti i 20 punti e 13 rimbalzi di John Collins, in una serata in cui Simone Fontecchio non gioca di certo la sua miglior partita, realizzando soltanto 8 punti e 2 rimbalzi in 31 minuti di gioco. 

I RISULTATI DELLA NOTTE

Philadelphia 76ers (14-7) – Atlanta Hawks (9-12) 125-114
Orlando Magic (15-7) – Detroit Pistons (2-20) 123-91
Charlotte Hornets (7-13) – Toronto Raptors (9-13) 119-116
Boston Celtics (16-5) – New York Knicks (12-9) 133-123
Brooklyn Nets (12-9) – Washington Wizards (3-18) 124-97
Oklahoma City Thunder (14-7) – Golden State Warriors (10-12) 138-136 d1ts
Memphis Grizzlies (6-15) – Minnesota Timberwolves (17-4) 103-127
Miami Heat (12-10) – Cleveland Cavaliers (13-9) 99-111
San Antonio Spurs (3-18) – Chicago Bulls (9-14) 112 -121
Phoenix Suns (12-10) – Sacramento Kings (12-8) 106-114
Denver Nuggets (14-9) – Houston Rockets (10-9) 106-114
Portland Trail Blazers (6-15) – Dallas Mavericks (13-8) 112-125
Utah Jazz (7-15) – Los Angeles Clippers (11-10) 103-117

Foto: LaPresse