Seguici su

Artistica

Enrico Casella: “L’Italia fa scuola nella ginnastica. Delineato il calendario gare verso le Olimpiadi”

Pubblicato

il

Enrico Casella

Enrico Casella, DT della Nazionale Italiana di ginnastica artistica femminile, può ritenersi soddisfatto per i risultati ottenuti nel 2023: le Fate hanno conquistato il pass per le Olimpiadi di Parigi 2024 e si sono fermate a un solo punto dalla medaglia di bronzo nella gara a squadre dei Mondiali, senza dimenticarsi dell’argento di squadra agli Europei e del trionfo sulle parallele asimmetriche di Alice D’Amato in ambito continentale.

Il Direttore Tecnico è stato ospite dell’ultima puntata di Ginnasticomania, trasmissione del canale YouTube di OA Sport, e si è proiettato verso la prossima stagione, durante la quale l’Italia avrà un primo esame al Trofeo di Jesolo: “Al Trofeo di Jesolo il Brasile ci ha chiesto di venire con due squadre, gli USA vengono. Noi vorremmo essere lì a giocarcela con loro alle Olimpiadi, sono la prima e la seconda degli ultimi Mondiali. Loro hanno una Biles e una Andrade, noi abbiamo una squadra che è veramente competitiva a tutti i livelli“.

Il tecnico bresciano ha poi proseguito sulla prossima annata agonistica, che culminerà con le Olimpiadi di Parigi 2024: “L’importante è arrivare in forma e non avere acciacchi, io purtroppo qualcosina me lo aspetto: non per gufare, ma si sa che è così. Spero che da febbraio si possano vedere tutte le ginnaste e con calma prepararsi per i Giochi, senza trascurare gli Europei a Rimini che sono un appuntamento che ci sta a cuore perché non capita di fare tutti i giorni gli Europei in Italia, l’ultima volta era a Milano con l’argento di Vanessa Ferrari“.

Proprio sulla rassegna continentale che avrà luogo in primavera nella località romagnola: “Speriamo di fare un bel bottino, noi ci proviamo sempre: vincere con la squadra, vincere l’all-around, vincere quattro-cinque medaglie nelle specialità. Se uno pensa di non farcela non ce la farà mai, noi ci crediamo e spesso e volentieri lo facciamo per davvero: non è presunzione ma consapevolezza delle potenzialità. Nella sfortuna e nelle difficoltà abbiamo fatto un quinto posto ai Mondiali con la squadra e va bene così“.

Enrico Casella ha delineato il programma di gare delle proprie ginnaste lungo il cammino che conduce ai Giochi:Abbiamo deciso che per tutte le ginnaste ci sarà la Serie A come base di test, poi Jesolo. A seguire gli Europei e i Campionati Italiani Assoluti. Non ci saranno altri appuntamenti, fare di più nell’anno olimpico potrebbe mettere a rischio la condizione fisica, anche perché sono ginnaste esperte e hanno bisogno soltanto di testare gli esercizi“.

Un passaggio su Simone Biles, che ha dominato l’ultima rassegna iridata: “Simone Biles ha tolto le difficoltà che le hanno dato i problemi, ha limitato di molto il numero di avvitamenti, ha optato per esercizi a lei più congeniali, cercando una via più consona alle sue caratteristiche, ha risolto lo schema dei suoi esercizi e si è presentata facendo una grande differenza. Per tornare a lavorare a quei livelli devi essere tranquillo e in fiducia“.

Conclusione sul bottino pieno di pass olimpici firmato dall’Italia della ginnastica (escludendo il trampolino elastico): “L’Italia della ginnastica ha fatto il pieno con artistica maschile, femminile, ritmica. Più di così non si poteva. Siamo l’unica Nazione che ha così tanti atleti già qualificati in questi tre settori. Siamo riusciti a fare scuola e fa piacere, la forza di una Nazione si misura anche da questo“. Di seguito il VIDEO integrale dell’intervista a Enrico Casella.

VIDEO INTERVISTA ENRICO CASELLA

Foto: Photo LiveMedia/Filippo Tomasi