Seguici su

Senza categoria

Scherma, un quartetto azzurro magistrale si impone nella prova a squadre di fioretto maschile!

Pubblicato

il

Daniele Garozzo, Filippo Macchi, Alessio Foconi e Guillaume Bianchi si sono imposti nella prima prova a squadre della Coppa del Mondo 2023-2024 di fioretto maschile! Quartetto azzurro che è stato impeccabile a Istanbul (Turchia), sbaragliando la concorrenza e arpionando un successo fondamentale che mette un ulteriore mattoncino verso la qualificazione per le Olimpiadi di Parigi 2024. I ragazzi di Cerioni hanno dimostrato un livello eccelso per ottenere una vittoria che proietta l’Italia in testa al ranking a squadre.

Gli azzurri hanno esordito agli ottavi di finale contro l’Ucraina (45-20) in maniera davvero convincente. Fiorettisti italiani che non hanno perso neanche uno dei nove assalti disputati, con il CT Cerioni che ha mandati in pedana tutti e quattro gli atleti ottenendo risposte importanti anche dalla riserva, Bianchi. Quarto di finale contro Hong Kong che invece è stato decisamente più complesso: dopo l’inizio horror con i primi tre assalti persi da Foconi, Garozzo e Macchi a dare la scossa ci ha pensato il classe 1989 vincendo il quarto incontro contro Chin Yu Leung per 10-3. Prima degli ultimi tre minuti l’Italia guidava saldamente 40-31, e un Garozzo in controllo ha portato a casa il match per 45-38.

Tabellone delle semifinali che ha visto una sola sorpresa, l’eliminazione della Francia per mano della Cina. Al penultimo atto c’è stato il derby asiatico tra il Giappone e la stessa Cina, mentre dall’altra parte del tabellone gli azzurri se la sono dovuti vedere contro la testa di serie n.2, gli Stati Uniti. Qui i nostri ragazzi si sono esaltati e hanno mostrato il meglio del loro potenziale. Sia Foconi che Macchi hanno sofferto e perso l’assalto contro il vincitore della prova individuale, Alexander Massialas, e il quartetto italiano si è ritrovato sotto 30-25 dopo il pareggio tra Garozzo e Nick Itkin. A questo punto è sceso in pedana un fenomenale Bianchi, che con il 6-2 rifilato a Gerek Meinhardt ha riacceso anche i suoi compagni. Foconi è stato protagonista di un’eccezionale assalto contro Itkin portando gli azzurri sul 39-38, poi è entrato in pedana un Garozzo versione oro olimpico che ha asfaltato 6-1 Massialas per regalare all’Italia il pass per la finale.

Nell’ultimo match di giornata ad attendere gli azzurri c’era il Giappone, nazionale che si presentava in testa al ranking. Il quartetto azzurro si è esaltato ed è stato in testa praticamente dall’inizio alla fine per sugellare una giornata davvero fantastica. Primi tre assalti tutti condotti magistralmente e Italia che sale sul 15-12 dopo il primo giro d’incontri, mentre Kyosuke Matsuyama battendo 7-8 Macchi nel quarto match ha riportato i nipponici sul -1. Ci ha pensato Garozzo a ristabilire una distanza di tre stoccate fissando lo score sul 25-22, prima di una nuova rimonta degli asiatici che tornano di nuovo a -1 dopo il 7-5 di Takahiro Shikine su Foconi. A quel punto assalto fantastico per Macchi, che con il sonoro 5-1 servito a Kazuki Iimura ha lanciato i nostri alfieri sul 35-30. A chiudere spettava al n.8 del ranking individuale e alla medaglia d’oro di Rio 2016, con Foconi a mantenere un vantaggio di tre stoccate e uno stellare Garozzo che ha fatto gioire tutto il movimento azzurro chiudendo la contesa sul 45-41.

Si chiude quindi come meglio non poteva la prima tappa di Coppa del Mondo di fioretto maschile svolta a Istanbul (Turchia). Per i ragazzi allenati da Stefano Cerioni ora davanti un altro mese di duro allenamento prima del secondo appuntamento del circuito fissato in calendario per il weekend dell’8-10 dicembre in quel di Tokyo (Giappone).

Foto: LaPresse